05/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Qualifiche Sprint F1, Sainz e Leclerc curiosi

Qualifiche Sprint F1

Carlos Sainz durante la conferenza stampa al GP di Portogallo - Photo Credit: Scuderia Ferrari Media Center

I piloti della Scuderia Ferrari sono ansiosi di testare le Qualifiche Sprint in F1. Ecco le dichiarazioni.

Dopo la conferma delle Qualifiche Sprint in F1, Carlos Sainz e Charles Leclerc sono ansiosi di testare questo nuovo format. La ‘Squadra dei Carli’ ha incontrato la stampa nella ormai consueta conferenza stampa virtuale nella quale a entrambi è stata chiesta un’opinione sulla Sprint Qualifying. Il nuovo format del weekend, che si disputerà in tre occasioni nel corso di questa  stagione in virtù della prossima, vedrà i piloti impegnati in una gara di 100 km al sabato il cui risultato definirà la griglia di partenza per il Gran Premio della domenica.

Qualifiche Sprint F1, idea da provare secondo i piloti Ferrari

In preparazione per il GP del Portogallo, terza tappa del Campionato Mondiali di Formula 1, entrambi i piloti della Scuderia Ferrari si sono detti felici di sperimentare il nuovo format delle Qualifiche Sprint in F1:

Credo che innovare sia sempre positivo. Sono convinto che la soluzione che è stata individuata non metta in ombra il Gran Premio vero e proprio e permetta di avere un sabato più ricco e divertente.

Qualifiche Sprint F1
Charles Leclerc durante le Prove Libere 1 sul Circuito di Algarve – Photo Credit: Scuderia Ferrari Twitter

Carlos Sainz è d’accordo con il pilota monegasco e non si è detto preoccupato dal fatto di avere meno tempo da dedicare alla messa a punto della vettura. Ricordiamo che una situazione simile si è presentata la passata stagione a Imola:

Abbiamo già provato a Imola lo scorso anno cosa significa avere una sola ora di libere prima di andare in qualifica e direi che non ci sono stati problemi. Per questo sono curioso di testare questa tipologia di weekend a Silverstone e a Monza. Probabilmente non cambierà in maniera radicale i valori in campo, ma sarà bello vedere com’è.

Raffaello Caruso