06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Toto Wolff: “pit-stop di Monaco colpa anche di Bottas”

Toto Wolff

Toto Wolff - Photo Credit: MercedesF1OfficialTwitterAccount

Toto Wolff torna a parlare del disastroso pit-stop che è costato il ritiro a Valtteri Bottas durante il GP di Monaco. Il team principal Mercedes ha attribuito parte della responsabilità proprio al pilota finlandese, reo di essersi fermato un po’ prima rispetto alla piazzola di sosta. Secondo Wolff l’errato posizionamento della monoposto avrebbe impedito al meccanico di inserire in maniera corretta la pistola e, con il dado ormai danneggiato, di estrarre l’anteriore destra.

Toto Wolff: “pit-stop Monaco non è stato colpa del meccanico. Valtteri Bottas si è fermato prima”

Archiviato il deludente GP di Montecarlo, con la Mercedes che si è dovuta accontentare del settimo posto di Lewis Hamilton, Toto Wolff ha analizzato il disastroso pit-stop che al 31° giro ha costretto Valtteri Bottas al ritiro quando era secondo dietro a Max Verstappen. Il team principal della scuderia tedesca assolve i meccanici, puntando invece l’indice proprio su Bottas. Nel momento del cambio gomme il pilota finlandese avrebbe infatti posizionato la W12 prima rispetto alla piazzola di sosta prestabilita. Il meccanico addetto all’anteriore destra ha dovuto inserire la pistola da un’angolatura sbagliata, causando il danneggiamento del dado che non si è sfilato dall’asse del mozzo, impedendo di fatto il cambio della gomma. La Mercedes non è più riuscita a separare la ruota dalla vettura e la procedura è stata portata a termine solo in fabbrica, a Brackley.

Pit-stop Mercedes Monaco 2021
Il momento del pit-stop Mercedes al giro 31 del GP di Monaco – Photo Credit: fia.com

La pistola ha reso il dado completamente tondo, non ho mai visto niente di simile. La Ferrari ci ha anche aiutato con le sue attrezzature, ma non siamo riusciti a rimuoverla – ha dichiarato Toto Wolff alla testata tedesca Auto, Motor und SportValtteri si è fermato un po’ troppo presto rispetto alla piazzola di sosta, e questo ha causato l’applicazione della pistola da parte del meccanico con un angolo sbagliato che ha causato il danneggiamento del dado della ruota, che non siamo riusciti a sfilare. Normalmente al meccanico non è richiesto di essere così preciso. Quello che è accaduto non ha nulla a che vedere con il meccanico, è uno dei migliori uomini che abbiamo. Dovremo stabilire se si tratta di un errore di progettazione o di un fallimento di diversi sistemi.