17/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Penalità Di Grassi Formula E: “Dobbiamo modificare il regolamento”

Lucas Di Grassi Formula E Audi
Non passa inosservato il comportamento di Audi e di Lucas Di Grassi durante la gara dell'ePrix di Londra di Formula E.

La seconda gara dell’ePrix di Londra di Formula E è stata animata da tantissimi eventi, uno tra tutti la bravata di Audi fatta con Di Grassi durante la percorrenza della pitlane in regime di Safety Car. Parla dell’accaduto Frederic Bertrand, direttore della Formula E della FIA alla testata Autosport.com.

Lucas Di Grassi e l’errore in regime di Safety Car durante l’ePrix di Londra di Formula E

Il secondo round inglese del campionato mondiale di Formula E è stato concitato in diverse fasi. Come volevasi dimostrare, sul tortuoso e difficile circuito indoor dell’ExCel non sono mancati tanti incidenti e, come di conseguenza, anche le Safety Car.

Il pilota di Audi Lucas Di Grassi è risalito dall’ottavo posto al comando della corsa percorrendo la breve pitlane dell’ExCel, avvantaggiandosi della lenta conduzione delle vetture sotto il regime di Safety Car. Questo fenomeno ha lasciato sbigottiti e confusi Alex Lynn e Nyck de Vries (ed i relativi TP) che erano in prima e seconda posizione durante la gara, chiedendo delucidazioni alla direzione gara.

Sebbene sia consentito dalle regole, di Grassi non si è fermato completamente ai box a causa di un blocco dei freni e così è stato inflitto una penalità di drive through, che non è stata scontata , prima di essere squalificato del tutto. La manovra eseguita dal portacolori Audi è spiegata nella nota dell’articolo 38.11 presente sul regolamento che recita: “L’ingresso e l’uscita della pit lane rimangono aperti durante la SC e le vetture sono libere di sostare a condizione che si fermino davanti alla propria piazzola dei box”. Sosta non propriamente eseguita ieri dal pilota brasiliano che si è fermato per un frazione di secondo, per poi ripartire subito in gara e prenderne la corsa.

È vero che dovremo modificare di nuovo il regolamento, in modo da adattarci e chiudere la potenziale scappatoia che potrebbe essersi verificata qui. Per il momento, l’unica cosa importante è che… non ha funzionato. Ma avrebbe potuto essere una scena interessante dal punto di vista delle corse.

Frederic Bertrand, direttore della Formula E della FIA

SEGUICI SU:

? Facebook, la nostra pagina ufficiale.
? Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
? Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
? YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Raffaello Caruso

About Post Author