09/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Maverick Vinales-Yamaha, è finita: pilota appiedato da subito

Il binomio Maverick Vinales-Yamaha si separerà con effetto immediato a stagione in corso, ancora ignoto il sostituto dello spagnolo

E’ arrivata in mattinata la notizia che il binomio Maverick Vinales-Yamaha si separerà fin da subito. Dopo quello che è successo in Stiria, entrambe le parti hanno deciso di non continuare la collaborazione.

Maverick Vinales-Yamaha: il comunicato ufficiale

Si poteva immaginare, ma il comunicato ufficiale della casa di Iwata è arrivato solo da poche ore. Maverick Vinales non continuerà a guidare la sua Yamaha M1 nemmeno per il 2021. I giri finali del GP di Stiria, che gli erano costati la sospensione per il gran premio di Austria, sono stati fatali per il pilota di Roses. Nonostante le scuse di Vinales ai microfoni di Sky Sport, Yamaha ha deciso di appiedare comunque il numero 12 che ha comunque già firmato un contratto con Aprilia per il 2022. Questo il comunicato ufficiale della casa di Iwata.

Dopo il GP d’Olanda (28 giugno 2021) è stato annunciato che Yamaha e Maverick Viñales avrebbero portato il loro contratto biennale per il 2021-2022 ad una chiusura anticipata alla fine dell’attuale stagione MotoGP. In seguito ai recenti eventi risalenti al Gran Premio della Stiria e dopo una profonda analisi da entrambe le parti, è stata raggiunta la decisione reciproca di separarsi con effetto immediato

Le parole di Lin Jarvis

A seguito del comunicato, non sono tardate ad arrivare le parole del team manager Yamaha Lin Jarvis. Gratitudine dimostrata da parte sua verso il pilota, nonostante l’ultimo difficile periodo di convivenza.

Maverick Vinales-Yamaha
Lin Jarvis, team manager Yamaha – photo credits: motogp.com

Già ad Assen avevamo preso la decisione di separarci. Sia il pilota sia il team volevano proseguire fino a fine stagione per chiudere in bellezza l’esperienza insieme. Purtroppo al GP di Stiria la gara non è andata come pensavamo. Dopo una lunga riflessione da entrambe le parti, è stato meglio per entrambe le parti interrompere prima la partnership. La separazione anticipata consentirà al pilota di essere libero di seguire la direzione futura prescelta e consentirà inoltre alla squadra di concentrare i propri sforzi sulle restanti gare della stagione 2021 con un pilota sostitutivo, ancora da determinare. Vorrei esprimere la sincera gratitudine di Yamaha a Maverick. Yamaha continuerà a custodire i bei ricordi e ad apprezzare il lavoro svolto da entrambe le parti nei 4 anni e mezzo trascorsi insieme che ci hanno portato 8 vittorie in gara, 24 podi e due terzi posti nella classifica generale dei piloti 2017 e 2019. Auguriamo a Maverick tutto il meglio per i suoi sforzi futuri.

Le dichiarazioni di Maverick Vinales

In coda a Lin Jarvis, ha parlato anche il pilota di Roses che conferma, a grandi linee, quello espresso dal team manager Yamaha.

Maverick Vinales-Yamaha
Maverick Vinales in “borghese” – photo credits: motogp.com

A seguito della nostra decisione comune ad Assen di separarci un anno prima, è stato anche deciso di impegnarsi a completare la stagione in corso con il massimo sforzo da entrambe le parti. Al GP della Stiria, però, la gara non è andata come speravamo, e purtroppo non è andata a buon fine. Dopo un’attenta valutazione entrambe le parti hanno concordato che sarebbe meglio porre fine alla partnership con effetto immediato. Sono profondamente grato a Yamaha per la grande opportunità. Sono anche grato per il supporto che mi hanno dato durante questi 4 anni e mezzo di gare e guarderò con orgoglio ai risultati che abbiamo raggiunto insieme. Avrò sempre grande rispetto per Yamaha e auguro loro il meglio.

Un amore finito nei peggiori dei modi. Ora Yamaha dovrà trovare un sostituto. Non c’è nulla di ufficiale, ma la logica suggerirebbe che a correre nel team ufficiale ci sarà il collaudatore Cal Crutchlow. In Petronas potrebbe fare il salto dalla Moto3 Darryn Binder cha ha in programma un test con una R1 stradale nei prossimi giorni.

SEGUICI SU:
Facebook, la nostra pagina ufficiale.
Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
Simone Massari

About Post Author