17/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Schumacher a Steiner: “Troppi errori? Sì, ma devo anche imparare”

Mick Schumacher Fiorio
Il pilota della Haas Mick Schumacher ha risposto a Steiner in merito all'accusa dei troppi errori commessi in questa prima parte di stagione.

Qualche tempo fa Gunther Steiner, team principal della Haas, aveva accusato Mick Schumacher di aver commesso troppi errori. Per la scuderia motorizzata Ferrari, il budget cap del 2021 ha rappresentato un problema, tanto da portare il team a non sviluppare la vettura di quest’anno per concentrarsi sul 2022; perfino la scelta dei due rookie è stata in parte frutto del bisogno di sponsor e di conseguenza di alcune entrate sicure. Il tedesco Mick Schumacher ha però risposto al suo team principal, spiegando la causa dei suoi errori, dovuti forse anche ad una vettura che non sempre risulta di facile gestione.

Schumacher: “Mi spiace per Gunther, ma devo poter fare errori”

Tra le tante difficoltà che il budget cap porta con sè, ce n’è una più nascosta della quale solo i piloti sentono il peso. L’errore si paga e quest’anno si paga caro visto il limite di soldi spendibili da ogni scuderia; la Haas in particolare per il 2021 ha scelto di non sviluppare la vettura, risparmiando e concentrando lavoro e liquidità sulla prossima stagione.

Per questo motivo il team principal Steiner ha ammonito Schumacher, facendogli notare la quantità di errori troppo alta per la scuderia; il giovane tedesco non ha negato gli sbagli, ma ha voluto spiegare che gli errori a volte sono quasi obbligatori per poter imparare. Il fatto di non poterne commettere, soprattutto per quelli che sono i rookie, rappresenta quasi un limite sia alla crescita del pilota che a quella del team.

mazepin haas 2022
Gunther Stainer e Mick Schumacher – Photo Credit: Haas F1 Team Official Twitter Account

Capisco che la squadra abbia un budget da gestire, ma questo non dovrebbe limitare i piloti. È importante per me essere in grado di fare errori, perché dagli errori si impara. Ho sbagliato in Ungheria, mi era capitata la stessa cosa a Monte Carlo; non è certo l’ideale, ma nel complesso sono abbastanza soddisfatto della mia prima metà di stagione. Sapevamo che sarebbe stato complicato per noi lottare per i punti, ma abbiamo fatto una comparsa in Q2 nonostante una macchina che senza sviluppi rispetto al 2020. Spero che possiamo avere weekend ancora migliori nella seconda metà della stagione. Mi dispiace per Gunther, ma deve accettare anche weekend che saranno peggiori.

Mick Schumacher

Facebook, la nostra pagina ufficiale.
Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Chiara Zambelli

About Post Author