09/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Una Ferrari da bronzo

Ferrari GP Ungheria
Ferrari da bronzo quella del GP di Ungheria di F1 grazie al terzo posto ottenuto da Carlos Sainz. Analizziamo la gara del team di Maranello.

Durante il GP di Ungheria abbiamo assistito ad una Ferrari da bronzo. Il terzo posto ottenuto da Carlos Sainz, secondo podio stagionale dello spagnolo in tuta rossa, ed il Knock Out di Charles Leclerc subito alla prima curva, congeda la giovane coppia ferrarista dalle corse automobilistiche con un risultato positivo: 165 punti in campionato, gli stessi di McLaren, che permettono al team di Maranello di raggiungere il terzo posto costruttori. Un risultato che fa ben sperare, anche se rimangono ancora molti dubbi e perplessità.

Ferrari congedata dal GP di Ungheria con un risultato positivo, ma attenzione al Belgio

Il buon terzo posto – inizialmente un quarto, diventato un podio a seguito della squalifica dell’Aston Martin di Sebastian Vettel, giunta seconda – ottenuto da Carlos Sainz in un Gran Premio d’Ungheria condizionato dagli incidenti avvenuti al via non lenisce del tutto la delusione per i punti perduti che la Scuderia avrebbe potuto raccogliere se Charles Leclerc non fosse stato messo fuori gara da un errore macroscopico di Valtteri Bottas che ha innescato una serie di tamponamenti autostradali in pieno stile effetto domino.

Con il monegasco andato in vacanza prima del dovuto, è toccato a Sainz portare la pagnotta a casa. Lo spagnolo di Madrid totalizzato un buon risultato, riuscendo a risalire dal quindicesimo posto sulla griglia di partenza fino al quarto sotto la bandiera a scacchi, poi diventato terzo in serata dopo la squalifica di Sebastian Vettel dalla gara. Peraltro, c’è un po’ di rammarico anche per il pilota spagnolo che, in occasione del pit-stop avvenuto subito dopo la ripartenza, è stato scavalcato da alcuni piloti che avevano lasciato la posizione del cambio gomme in maniera piuttosto garibaldina.

GP Ungheria Ferrari Carlos Sainz
Carlos Sainz in gara durante il GP di Ungheria – Photo Credit: Scuderia Ferrari Press Office

Dopo la pausa estiva, i corridori del team di Maranello torneranno in pista sul circuito di Spa-Francorchamps in Belgio il 29 agosto. La conformazione del circuito belga non si adatta pienamente alla SF21 che è più a suo agio su tracciati lenti e ad alto carico aerodinamico, ma è possibile che gli ingegneri della Rossa riusciranno a cacciare fuori qualche magia dal cilindro. Non ci resta che attendere.

SEGUICI SU:

? Facebook, la nostra pagina ufficiale.
? Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
? Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
? YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Raffaello Caruso

About Post Author