06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Gara F1 GP Arabia Saudita: Hamilton trionfa nel caos di Jeddah, secondo Verstappen

Gara F1 GP Arabia Saudita
Gara F1 GP Arabia Saudita, Lewis Hamilton vince una gara folle interrotta due volte. Verstappen secondo, terzo Bottas

Nel primo GP di Arabia Saudita della storia di F1 succede tutto e il contrario di tutto. La gara di F1 del GP di Arabia Saudita viene interrotta due volte, con il direttore di gara Michael Masi che per l’ennesima volta si dimostra non all’altezza della situazione. Lewis Hamilton vince una delle corse più caotiche che si siano mai viste. Secondo è Max Verstappen, terzo Valtteri Bottas, che sopravanza Ocon nelle ultime curve della gara. Hamilton e Verstappen si giocheranno il tutto per tutto ad Abu Dhabi, dove arriveranno incredibilmente a pari punti. Settima e ottava le due Ferrari di Leclerc e Sainz.

GP Arabia Saudita, subito grandi emozioni e gara interrotta al tredicesimo giro

Al via la partenza fila liscia e senza incidenti, con Hamilton che mantiene la prima posizione. Buona partenza di Bottas che protegge il compagno di squadra e tiene dietro Max Verstappen. I primi tre fanno subito l’andatura, Charles Leclerc è quarto leggermente staccato con Perez minaccioso alle sue spalle. Carlos Sainz rimonta dalla quindicesima posizione e al quinto giro è dodicesimo. Hamilton inanella una serie di giri veloci. Ottima progressione di Sainz che supera Alonso e si porta in undicesima posizione. L’episodio chiave del GP al giro 10: Mick Schumacher va a muro, fortunatamente senza conseguenze per il pilota, ed entra in pista la Safety Car.

Mick Schumacher a muro con la sua Haas

Hamilton e Bottas ne approfittano e rientrano per il cambio gomme. Verstappen rischia, sceglie di rimanere fuori e prende la testa della corsa. La strategia della Red Bull di non richiamare il suo pilota sembra non pagare ma al tredicesimo giro vengono esposte le bandiere rosse e la gara viene interrotta. Verstappen cambia gli pneumatici e va su gomma dura. I piloti rientrano in pista per una nuova partenza dalla griglia, ma la gara incredibilmente viene interrotta dopo pochi secondi quando Mazepin va a muro con la sua Haas. Fuori anche Russell e Perez che si tocca con Leclerc. Brividi alla ripartenza con Max che aveva mantenuto la prima posizione con una mossa al limite del regolamento su Hamilton, ancora una volta costretto ad alzare il piede per evitare una collisione. Ne approfitta Ocon che si prende la seconda posizione a discapito di Lewis.

Gara interrotta una seconda volta, trattativa ai limiti della decenza tra FIA, Red Bull e Mercedes

In attesa che la gara riprenda una surreale trattativa tra FIA, Red Bull e Mercedes porta alla decisione di far ripartire Ocon dalla pole, Hamilton è secondo. Terzo Verstappen dopo aver “accettato” di restituire la posizione sia a Lewis che al pilota Alpine. Max rientra in pista con gialla nuova. Al via partenza straordinaria di Verstappen che si riprende la testa della corsa, approfittando di una piccola porta lasciata aperta da Hamilton impegnato a guardarsi da Ocon. Lewis prende subito la posizione sul francese e si mette alla caccia del #33. Al 23° giro contatto tra Vettel e Tzunoda e virtual safety car. Scaramucce anche tra i due Ferraristi Sainz e Leclerc, rispettivamente ottavo e nono. Hamilton e Verstappen sempre vicini e staccati da poco più di un secondo. Altra virtual sefaty car dopo un contatto tra Vettel e Raikkonen, i piloti si lamentano dei troppi detriti in pista.

Duello rusticano tra Lewis Hamilton e Max Verstappen nell’ultima parte del GP

La virtual safety car rientra al 33° giro, Verstappen è sempre primo tallonato da Hamilton. Seguono Ocon, Ricciardo, Bottas, Gasly, Giovinazzi, Sainz, Leclerc e Stroll a chiudere la top ten. Al giro 37 Lewis tenta un primo attacco su Verstappen che si difende con una manovra al limite, tagliando la chicane e mantenendo la posizione. Dopo poche curve il patratrac: Max frena all’improvviso, non è chiaro se per ridare la posizione, e Lewis lo tampona da dietro danneggiando l’ala anteriore.

Verstappen viene penalizzato di cinque secondi per non aver restituito la posizione, anche se Hamilton con un sorpasso si prende la testa della corsa in pista. Nelle ultime curve Bottas riesce ad agguantare la terza posizione sopravanzando Ocon. Vince Hamilton, secondo Verstappen, entrambi finiscono sotto investigazione per il tamponamento avvenuto al 38° giro. Terzo arriva Bottas. Le Ferrari di Leclerc e Sainz sono, rispettivamente, settima e ottava.

Gara F1 GP Arabia Saudita 2021, la classifica

Qui di seguito trovate l’ordine d’arrivo della gara in Arabia Saudita.

POSIZIONEPILOTATEAMTEMPO
1.Hamilton L.Mercedes1:23.22.852
2.Verstappen M.Red Bull+11.825
3.Bottas V.Mercedes+27.531
4.Ocon E.Alpine+27.633
5.Ricciardo D.McLaren+40.121
6.Gasly P.AlphaTauri+41.613
7.Leclerc C.Ferrari+44.475
8.Sainz C. Jr.Ferrari+46.606
9.Giovinazzi A.Alfa Romeo+58.505
10.Norris L.McLaren+1:01.358
11.Stroll L.Aston Martin+1:17.212
12.Latifi N.Williams+1:23.249
13.Alonso F.Alpine+1 Lap
14.Tsunoda Y.AlphaTauri+1 Lap
15.Raikkonen K.Alfa Romeo+1 Lap
DNFVettel S.Aston MartinOUT
DNFPerez S.Red BullOUT
DNFMazepin N.HaasOUT
DNFRussell G.WilliamsOUT
DNFSchumacher M.HaasOUT

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Rosanna Greco