05/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GP Abu Dhabi, Horner: “Max non ha vinto il titolo qui, se l’è costruito nel corso dell’anno”

Horner Abu Dhabi

Horner, Perez e Verstappen ad Abu Dhabi - Photo Credit: Red Bull Content Pool

Christian Horner dopo il GP di Abu Dhabi: "Max non ha vinto il titolo qui, se l'è costruito nel corso idi tutto l'anno"

Nella notte del GP di Abu Dhabi, Horner si gode il trionfo di Max Verstappen, incoronato campione del mondo per la prima volta in carriera dopo una gara e un ultimo giro spettacolare. Il team principal della Red Bull è euforico per il risultato raggiunto, una svolta epocale per la F1 dopo anni di dominio del binomio Hamiliton-Mercedes. La scuderia tedesca si è aggiudicata il mondiale costruttori, ma a gioire oggi è la casa di Milton Keynes che si coccola il suo pupillo. In merito al reclamo presentato dalla FIA Horner si è detto dispiaciuto ma fiducioso nei confronti della federazione.

GP Abu Dhabi, Horner: “Ho invocato gli dei delle corse per far sì che succedesse qualcosa”

Christian Horner confessa di essersi affidata agli dei delle corse, e loro, a quanto pare, lo hanno ascoltato. La safety car entrata a pochi giri dalla fine del GP di Abu Dhabi ha ribaltato le sorti di una gara, e di un mondiale, che sembravano già scritti a favore di Lewis Hamilton. Invece, nel corso di un ultimo giro adrenalinico, Max Verstappen su gomme rosse e nuove si è preso di prepotenza il primo posto e, con questo, il primo titolo della sua carriera. Al termine del GP Christian Horner è comprensibilmente euforico per un risultato che fino al giro 53 sembrava scontato:

Abbiamo sempre detto di lasciar correre i piloti e credo che la Direzione Gara abbia fatto bene a far ripartire la gara, dando vita ad un finale pazzesco. Tuttavia, Max non ha vinto il titolo qui: se l’è costruito nel corso di un anno, contro un campione del mondo ed un avversario fenomenale come Lewis, che rende questa vittoria ancor più bella. Ho invocato gli Dei delle corse per far sì che succedesse qualcosa, con quella Safety Car poi entrata in pista negli ultimi giri per l’incidente di Nicholas Latifi. Ci ha concesso di montare le gomme morbide, rivelatesi decisive per il sorpasso. A tal proposito, devo dire che ci siamo fatti sentire duramente con i commissari già prima della gara: mi aspetto ovviamente dei ricorsi, ma gli stewards ha fatto la scelta giusta, e sono tanto orgoglioso di Max.

Horner: “Peccato per il reclamo, ho fiducia nella FIA”

La decisione di far entrare la Safety Car ha riportato Max in gioco – ha aggiunto Horner a Sky Sport 24 – Abbiamo avuto bisogno di un po’ di fortuna oggi. Non ho capito perché loro non si siano fermati a cambiare le gomme. Noi l’abbiamo fatto e poi a quel punto era ovvio che Max avrebbe attaccato: così è stato. È un campione del mondo assolutamente meritevole. Ho perso la voce tra curva 5 e 6, stavo urlando per dire che stesse davanti. Congratulazioni a Lewis, è stato un grande avversario, così come la Mercedes. Peccato che abbiano sporto questo reclamo, ma speriamo che vada tutto bene, ho fiducia nella FIA. Non ho idea su che cosa sia, Max non è mai passato davanti, l’abbiamo visto milioni di volte 

In merito all’episodio nel corso del primo giro – ha concluso Horner – Max è riuscito ad affondare l’attacco rimanendo in pista all’interno: non capisco perché quella posizione non sia stata restituita, ma ora è tutto finito. L’inizio però è stato uno shock. La Mercedes è una squadra di grande qualità, e sono diventati sempre più forti nel corso degli ultimi anni. Anche per questo viviamo il risultato ottenuto con così tanta intensità. È una rivalità che si è consumata in pista e fuori tra i piloti, tra le squadre, con annesse strategie o sviluppi, ma anche tra Toto e me. Io e lui abbiamo avuto i nostri momenti di tensione, ma sempre nel pieno rispetto reciproco. Mi sembra che entrambi meritiamo i due campionati vinti: noi con i piloti, e loro con i costruttori.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Rosanna Greco