06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Monoposto 2022, Domenicali: “Il divario tra i team sarà colmato in fretta”

monoposto 2022 domenicali

Stefano Domenicali

Stefano Domenicali, presidente della F1, ha sottolineato come le monoposto 2022 renderanno di nuovo protagonista il pilota.

Il 2022 è ormai alle porte e l’attesa per quella che sarà la nuova F1 cresce ogni giorno di più. I team non si sono praticamente mai fermati dalla fine del mondiale ad Abu Dhabi, con Mercedes che negli scorsi giorni ha mostrato l’accensione del motore della sua prossima monoposto. Vetture diverse, cambi regolamentari e power unit congelate fino all’avvento delle nuove previsto nel 2026. Stefano Domenicali, presidente della F1, ha sottolineato come le monoposto del 2022 rimetteranno al centro il pilota e che, in caso di grandi divari, essi potranno essere colmati in breve tempo.

Domenicali sulle monoposto 2022: “Il pilota tornerà protagonista”

Cresce ormai l’attesa per le prossime monoposto di F1, il cui prototipo era stato presentato dalla FIA in occasione del GP di Gran Bretagna. Le prossime vetture rappresenteranno una grande sfida sia per le scuderie che per i piloti, che dovranno far fronte a vetture ben diverse, soprattutto a livello di guida. Stefano Domenicali, presidente della F1, in un’intervista rilasciata a Motorsport.com, ha sottolineato come il pilota tornerà protagonista a partire dal prossimo anno e come eventuali divari tra team ad inizio stagione potranno essere colmati rapidamente.

Quasi sicuramente in una stagione caratterizzata dal nuovo regolamento e dal budget cap ci potrebbero essere differenze di prestazioni più grandi di quelle che il pubblico si aspetta. Sono però sicuro che, grazie ai limiti introdotti dal nuovo regolamento, nel caso di un grande vantaggio di un qualche team, il divario sarà colmato rapidamente.

Stefano Domenicali
todt gp belgio
Stefano Domenicali e Jean Todt – Photo Credit: F1 Official Twitter Account

Le monoposto ad effetto suolo sono state progettate per mettere in evidenza le abilità dei piloti. Sono vetture che non soffrono l’effetto della scia e che non risentono dell’aria sporca che usura in fretta le gomme. L’obiettivo è quello di avere tanti duelli in pista senza che i piloti siano condizionati dai limiti della macchina.

Stefano Domenicali

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Chiara Zambelli