06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Nicholas Latifi e le minacce ricevute dopo il GP di Abu Dhabi

Nicholas Latifi

Nicholas Latifi, Williams -Photo Credit: NicholasLatifiOfficialTwitterAccount

Nicholas Latifi, ha rilasciato un lungo post in risposta "all'odio" che ha ricevuto sui social media da parte di molti "fan" dopo Abu Dhabi.

Il pilota della Williams, Nicholas Latifi, ha rilasciato un lungo post in risposta “all’odio” che ha ricevuto sui social media da parte di molti “fan” dopo il suo incidente negli ultimi giri del GP di Abu Dhabi. Incidente che ha causato bandiera rossa e che ha permesso a Max Verstappen di poter superare Lewis Hamilton e vincere sia la gara che il titolo mondiale.

Le minacce ricevute dai “fan”

Il canadese, nei giri finali del GP di Abu Dhabi è finito a muro causando bandiera rossa in pista e SC. Prima che la Williams colpisse il muro, dopo una battaglia con la Haas di Mick Schumacher a Yas Marina, Hamilton aveva un notevole vantaggio su Verstappen. Con l’uscita della Safety Car, mentre la vettura di Latifi veniva recuperata, e la decisione di consentire solo ad alcuni piloti di svincolarsi, ha fatto sì che il pilota della Red Bull, con gomme più fresche, potesse superare Hamilton nell’ultimo giro di gara rimasto.

Il suo incidente ha scatenato una catena di eventi che ha portato Max Verstappen a vincere il titolo mondiale, ai danni di Lewis Hamilton. La vittoria di Max e al suo contempo la sconfitta di Lewis, ha scatenato in alcuni, o meglio molti, “fan” del motorsport un malcontento non estremo ma di più. Il povero Nicholas Latifi ha successivamente ricevuto un contraccolpo sui social media dopo essersi ritrovato inavvertitamente coinvolto in uno degli incidenti più controversi nella storia della Formula 1. Ha ammesso di aver “sentito che sarebbe stato meglio se avessi cancellato Instagram e Twitter sul mio telefono per alcuni giorni” a causa del livello di odio, ma ora è tornato con un messaggio dove spiega lo scenario dal suo punto di vista.

Le dichiarazioni di Nicholas Latifi

Come abbiamo visto più e più volte, in tutti i diversi sport, basta un solo incidente nel momento sbagliato per avere le cose completamente gonfiate a dismisura e tirare fuori il peggio nelle persone che sono i cosiddetti ‘fan’ del sport. Ciò che mi ha scioccato è stato il tono estremo dell’odio, degli abusi e persino delle minacce di morte che ho ricevuto. Riflettendo su quello che è successo durante la gara, c’era davvero solo un gruppo di persone con cui dovevo scusarmi: la mia squadra. L’ho fatto subito dopo. Tutto il resto che seguì era fuori dal mio controllo. Ma molti dei commenti che ho ricevuto la scorsa settimana hanno superato il limite in qualcosa di molto più estremo.

Nicholas Latifi
Nicholas Latifi, Williams -Photo Credit: NicholasLatifiOfficialTwitterAccount

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Mara Romano