04/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Isabelle Galmiche ha guidato Loeb al successo: “Sono solo un’insegnante di matematica”

Isabelle Galmiche
Isabelle Galmiche è la co-pilota di Sébastien Loeb capace di far vincere il rally di Monte Carlo all'alsaziano.

Sébastien Loeb ha vinto la 90esima edizione del Rally di Monte-Carlo grazie, soprattutto, agli splendidi consigli di Isabelle Galmiche, la sua co-pilota. Scopriamo insieme la storia di un’umile professoressa di matematica che ha vinto il rally più importante della stagione.

Isabelle Galmiche: la vera forza nascosta dietro l’umiltà

Cinquant’anni, insegnante di matematica, prende le ferie da lavoro per correre e si definisce una co-pilota non professionista pur avendo una lunga tradizione di corse alle spalle, e ha partecipato anche a diverse edizioni della Dakar. Però mai aveva vinto in una categoria così importante. Questo l’identikit di una donna tanto umile quanto forte che ha vinto la 90esima edizione del Rally di Monte-Carlo, la competizione rallistica più ambita tra tutte.

Se Loeb ha vinto la prima tappa del campionato WRC molto lo deve anche alla sua co-pilota Isabelle, la quale ha dimostrato, con umiltà e disinvoltura, di poter sostituire egregiamente Daniel Elena, ex co-pilota dell’alsaziano. Galmiche e Loeb si erano conosciuti diversi anni fa in occasione di un trofeo monomarca della Citroen e si sono rincontrati a un appuntamento promozionale ed è scattata l’idea di correre assieme inizialmente come riserva. A poco a poco, è riuscita a conquistare la fiducia del 9 volte campione Rally che ha scelto di promuoverla a suo co-pilota di fiducia e la scelta si è dimostrata azzeccata.

Isabelle Galmiche Ford M-Sport
Isabelle Galmiche e Sébastien Loeb durante il Rally di Monte-Carlo – Photo Credit: M-Sport media

La Galmiche appariva anonima e poco conosciuta alla vigilia del Rallye di Monte-Carlo, ed era giusto chiedersi se sarebbe mai riuscita a compiere un buon lavoro al fianco di una personalità di spicco e difficile da gestire come quella di Loeb. Nessun problema. Detto fatto. La docente di matematica, una volta indossato il caso e preso in mano il roadbook, ha saputo guidare alla vittoria alsaziano dopo i 17 stage che hanno composto la prima tappa del WRC.

Affiatamento, professionalità e forza hanno trovato sfogo e voglia di esistere nella spiccatissima umiltà di una tranquilla docente di matematica che ama definirsi con queste parole:

Sono solo una professoressa di matematica da sempre appassionata di rally. La mia prima corsa da dilettante è stata nel 1984. Ho sempre amato la velocità, l’adrenalina, le sensazioni forti.

RISULTATI E CLASSIFICA RALLY MONTE-CARLO

CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI WRC

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Raffaello Caruso