07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Razlan Razali su Binder: “Rischio per noi e per lui”

Razali Binder

Darryn Binder posa con la sua Yamaha M1 e il suo caratteristico numero 40 - Photo Credit: motogp.com

Razlan Razali ha parlato del debutto di Darryn Binder in MotoGP escludendo ogni tipo di pressione sul pilota arrivato dalla Moto3

Razlan Razali, durante la presentazione del team WithU Yamaha RNF, si è soffermato ad analizzare l’ingaggio di Darryn Binder. Il sudafricano non solo è rookie, ma è saltato direttamente dalla Moto3 alla MotoGP.

Le parole di Razali su Binder

C’è molta curiosità di vedere il nuovo team WithU Yamaha RNF e i loro piloti. In particolare i fari sono puntati su Darryn Binder che a sorpresa lo scorso anno si è aggiudicato un posto da titolare in MotoGP. Il fratello di Brad, pilota KTM, ha saltato la Moto2 per salire direttamente sulla Yamaha M1. Il salto da Moto3 a MotoGP è stato provato, fino ad oggi, solo da Jack Miller.

Il manager malese ha sottolineato come non deve esserci alcuna pressione sul pilota nel suo anno di apprendistato, da quanto si evince dalle parole riportate da Speedweek.com.

Razlan Razali in compagnia di Emilio Ezpeleta – photo credits: motogp.com

Attualmente è nelle mani del Team Manager Wilco Zeelenberg e del Crew Chief Noe Herrera di guidare il suo sviluppo e costruire Darryn. Deterranno la direzione in cui dovrebbe andare il suo sviluppo. Ma ci prenderemo il nostro tempo e non eserciteremo pressioni inutili

Stando a Razali, promuovere un pilota Moto3 è sì un azzardo, ma da ambo le parti in questione. Non sono mancate le critiche nel corso di questi mesi, anche per via di una condotta di gara di Binder fino ad oggi, non impeccabile.

È abbastanza normale che ci siano critiche quando un pilota della Moto3 passa direttamente alla MotoGP. Ma crediamo in Darryn, vediamo il suo potenziale e ovviamente è un grosso rischio per noi ma anche per lo stesso Darryn. Ma abbiamo persone capaci ed esperte nel nostro team che lo guideranno. Facciamo una gara dopo l’altra e poi vediamo come sta procedendo. La cosa più importante per noi è assicurarci che stia facendo buoni progressi. E in questo sport, in MotoGP, non si sa mai, potrebbe sorprendere tutti.

SEGUICI SU:
📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
Simone Massari