07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Red Bull 2022: fallito il crash test anteriore della RB18

rb18 crash test anteriore

Rendering Red Bull 2022 - Photo Credit: F1 Official Twitter Account

La nuova RB18 avrebbe fallito il crash test anteriore, non ottenendo ancora l'omologazione del telaio. Problemi dovuti allo scorso anno?

Tra date di presentazione da ufficializzare e fire-up, i team di F1 si stanno preparando ai primi test pre-stagionali a Barcellona. A Milton Keynes le cose sembrano però non filare troppo lisce; secondo le indiscrezioni riportate da Motorsport.com, la RB18 avrebbe infatti fallito il crash test anteriore ma la cosa sembra non preoccupare la scuderia austriaca.

La RB18 fallisce il crash test anteriore: soluzione troppo estrema?

Se da una parte il simulatore di Milton Keynes ha dato degli ottimi risultati, mostrando una RB18 con prestazioni uguali alla vettura con cui Verstappen ha conquistato il suo primo titolo, dal lato crash test le cose non sono invece andate secondo i piani. Le voci per cui la stagione 2021 abbia gravato sullo sviluppo della nuova vettura sembrano infatti aver trovato una piccola verità.

La mancanza di una data ufficiale di presentazione della prossima vettura di Milton Keynes sarebbe infatti dovuta al fatto che la prossima Red Bull non avrebbe ancora l’omologazione per poter scendere in pista. La causa andrebbe attribuita ad un crash test fallito, quello relativo alla parte frontale della monoposto; la nuova Red Bull avrebbe infatti notato un cedimento nella parte anteriore, aspetto che compromette la capacità di assorbire energia da questo lato della vettura.

rb18 crash test anteriore
La Rb16B di Max Verstappen – Photo Credit: Red Bull Racing Official Twitter Account

Il team di Milton Keynes sembra però non essere troppo preoccupato, nonostante il test fallito implichi un ritardo sulla tabella di marcia che porta ai test di Barcellona. Non è però la prima volta che una vettura di Adrian Newey fallisce un crash test; l’ingegnere Red Bull è infatti solito ricercare soluzioni molto estreme, per poi correggerle in modo da ottenere l’omologazione della FIA senza cambiare radicalmente il progetto della vettura.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Chiara Zambelli