07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Speed no Limits, la realtà di Mitia Adesso che coniuga cucina e auto del Bel Paese

Speed No Limits
Speed No Limits racconta l'eccellenza italiana unendo visite guidate a musei automobilistici con la scoperta dei sapori della cucina italiana.

Speed No Limits è una realtà che abbiamo il piacere e l’onore di raccontare, non solo per la profonda e nobile realtà che si sta creando, ma soprattutto per l’unicità dell’idea che sta alla base della sua creazione: far conoscere l’Italia e le sue bellezze unendo l’arte culinaria alla scoperta delle eccellenze automobilistiche che hanno reso grande il Bel Paese.

Speed No Limits unisce i caratteri principali della nostra Italia

Da sempre noi di Rossomotori.it siamo alla ricerca di piccole realtà da promuovere ed aiutare nella crescita. Qualche mese fa abbiamo conosciuto Mitia Wladimir Adesso, ragazzo appassionato di automobili e socio fondatore di Speed No Limits un progetto ambizioso che unisce le qualità tipiche del nostro Paese creando tour unici che inglobano l’arte culinaria annessa alla visita a musei automobilistici e non solo!

L’intervista a Mitia Adesso di Speed No Limits

Come è nata l’idea di creare Speed No Limits?

Speed No Limits nasce circa tre anni fa, nel momento in cui sono diventato accompagnatore turistico riconosciuto dalla Regione Lazio. Ho sempre lavorato a contatto con il pubblico, in tutti i miei lavori, poi ho scoperto questo lavoro fantastico che univa già la mia idea di lavoro al viaggiare e allo scoprire il cibo tipico delle località, precedentemente sono stato responsabile della web-radio del Ferrari Club di Roma. Ho sempre avuto la passione per le auto, fin da bambino collezionavo modellini in scala 1:18 di un famoso costruttore italiano, in seguito sono diventato collezionista di cartoline automobilistiche, cercando di ripercorrere la storia dei principali marchi italiani e stranieri. Con il tempo ho anche scoperto un piccolo libro un po’ datato però molto interessante che consiglio di leggere, “Musei dell’automobile –  guida ai musei automobilistici” edito dalla Toriazzi Editore, comunque la mia passione è sempre stata la storia sia per la scelta universitaria e fin da bambino ho sempre adorato la storia che mi ha sempre permesso di sognare, continuando a sognare ho pensato “Perché non cercare di farlo diventare un lavoro?” Unire le mie passioni: auto, storia, viaggi e cultura (intesa sia come cultura culinaria che come cultura museale) per far scoprire luoghi tramite viaggi organizzati, i motori, la cucina, e le storie del tempo passato. Questi due ingredienti vitali, che a mio giudizio si fondono e compenetrano, mi hanno spinto a creare qualcosa di unico che non esisteva prima. Certamente non bisogna dimenticare il ruolo fondamentale che ricoprono ASI ed ACI, e tante altre istituzioni, che fanno un lavoro encomiabile nel promuovere il Made in Italy. La mia idea è di non creare gruppi numerosi per non disperdersi nei grandi numeri, dove si perde il valore del tempo, della parola e dell’esclusività per far conoscere uomini e donne del passato ed anche del presente

Perché unire il cibo alle vetture del Bel Paese?

Perché ho sempre pensato al cibo come una componente essenziale del viaggio, che permette di far conoscere ancora di più il carattere della gente e del territorio, e diventare un fattore aggregante.
Poi è una delle peculiarità dei nostri tour di 4 giorni (ad esclusione del tour di Lazio ed Umbria che dura più di 4 giorni) quella di pranzare e degustare due cucine regionali e degustazioni tipiche come, ad esempio, nei tour di Emilia-Romagna e Piemonte, Piemonte e Lombardia, Lombardia e Veneto e veneto ed Emilia-Romagna che permette fare due pranzi tipici regionali due degustazioni come, ad esempio, aceto e cioccolato in Emilia e Piemonte oppure in Veneto assaggiare la grappa o un buon vino.


Qual è la missione di Speed No Limits?

La missione di Speed No Limits è far conoscere agli italiani ed agli stranieri le bellezze museali ed i luoghi storici come il circuito di Monza, la partenza della Mille Miglia, partecipare alla visione del gran premio di Monza di Formula 1, visitare il salone di Ginevra, coinvolgerli in maniera integrale in un viaggio che ti coinvolge da quando esci di casa fino a dopo che sei tornato, senza preoccuparsi di nulla in quanto noi (io e le agenzie di viaggio) ci occupiamo di tutto per assicurarci non ci siano intoppi durante il viaggio.
Sono molto fiero ed orgoglioso della storia italiana motoristica, anche se non ho la presunzione di conoscerla in toto. Un ulteriore modo di conoscerla è attraverso una cosa di cui sono molto fiero: un’applicazione per cellulare dove ci sono domande di cultura culinaria ed automobilistica e suggerimenti di film e video dove sono presenti le auto nelle lingue europee (italiano, francese, spagnolo, inglese, tedesco e russo).


Mille Miglia, Concorso D’eleganza di Villa d’Este, Salone di Ginevra, Gran Premio d’Italia… devo dire che organizzate eventi per tutti i gusti! Ma come si svolgono con esattezza?

Le proposte sono tante. Molti sono i tour che proponiamo: ce n’è per tutti i gusti, culturali e culinari: Lazio ed Umbria, Emilia-Romagna e Piemonte, Piemonte e Lombardia, Lombardia e Veneto. Innumerevoli le degustazioni di eccellenze tipiche italiane, con sullo sfondo visite a musei particolarmente caratteristici, come quello, ad esempio, delle Auto della Polizia a Roma. Stiamo poi lavorando allo sviluppo di un tour per  (ri)scoprire  e valorizzare i luoghi  della Targa Florio, a  tour inediti che coinvolgono il GP di Monza di Formula 1, il Concorso d’eleganza di Villa d’Este, le Terme di Salvarola, la Mille Miglia, il Gran Premio Nuvolari, il Salone di Ginevra, con il sogno, un giorno, di allargare il focus di Speed No Limits anche a musei oltre i nostri confini nazionali, arricchendo magari  le tappe dei vari  tour  con visite a collezioni private. Sono aperto a qualunque tipo di collaborazione: vogliamo coinvolgere tour operator ed agenzie di viaggi italiane e straniere, agenzie di stampa, giornalisti ed appassionati che vogliano contribuire a questa fase di rilancio e nascita di una nuova tipologia di turismo. L’obiettivo è quello, come si evince dal simbolo dell’aquila che solleva una ruota presente nel nostro logo, di partire dal concetto basico della strada e dell’auto per elevarlo ad eccellenza in tutti i campi. Nell’automotive tutti i personaggi, le storie personali e i marchi si intrecciano, creando un panorama mozzafiato ritraente un passato su cui dobbiamo ancora fare luce.


Qual è il messaggio che vuoi recapitare a tutte le persone che si affidano a Speed No limits?

Il messaggio di Speed è molto semplice, far scoprire e riscoprire l’Italia ai nostri connazionali ed agli stranieri. Avendo come partner agenzie di viaggi abbiamo tutta la sicurezza ed i vantaggi dei viaggi organizzati quindi possiamo far conoscere e degustare dei prodotti tipici regionali allo scopo di ampliare la conoscenza dei luoghi, dei sapori e delle risorse dei territori percorsi lungo i tour. Inoltre, “Speed no Limits” è anche un Marchio registrato presso il tribunale e la Camera di Commercio di Roma, a garanzia di serietà e competenza. Il nostro scopo è anche avvicinare le varie generazioni e gli appassionati vecchi e giovani a questo affascinante mondo e a questa nuova tipologia di Turismo. Sarà un viaggio diverso dal solito perché si potranno fare delle tappe anche con auto storiche. Il messaggio di Speed No Limits si può racchiudere semplicemente così: “Far conoscere il passato, attraversare il presente e scoprire il futuro” Questa è la nostra missione.

Segui Speed No Limits sul suo sito internet e sui canali social Facebook ed Instagram dedicati

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Raffaello Caruso