07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Drive to Survive: troppa finzione, la F1 pronta a parlare con Netflix

drive to survive finzione f1 parlerà con netflix
Stefano Domenicali ha ammesso che la F1 parlerà con Netflix per porre un freno alla finzione esagerata che si denota in Drive to Survive.

La quarta stagione di Drive to Survive, docu-serie Netflix che racconta la F1 vista da dietro le quinte, ha messo in evidenza una finzione troppo forzata in alcuni aspetti. Il successo avuto ha portato un nuovo pubblico sugli spalti dei circuiti, ma le tante esagerazioni sembrano non piacere più al Circus.

Drive to Survive: finzione esagerata?

La quarta stagione della serie Netflix sulla F1, rilasciata lo scorso 11 marzo, ha riscosso un successo mediatico grazie al quale un nuovo pubblico è pronto a riempire gli spalti dei prossimi GP. Se tale conseguenza è da una parte molto apprezzata, dall’altra il Circus ha notato un’esagerazione che porta ad una finzione lontana dalle aspettative dei protagonisti. Il campione del mondo Max Verstappen non ha infatti preso parte all’ultima stagione, parlando di rivalità simulare che non fanno in realtà parte della F1 (leggete qui le sue parole).

drive to survive finzione f1 parlerà con netflix
Drive to Survive, quarta stagione – Photo Credit: F1 Official Twitter Account

Non solo il numero 1 della griglia del Circus sembra però aver mostrato scetticismo nei confronti della docu-serie Netflix. Come riportato da Motorsport.com, Stefano Domenicali, CEO della F1, ha primo ribadito il successo che Netflix ha portato per poi passare alla questione di una realtà mostrata in modo esagerato, che porterà la F1 a porre un freno in questo senso.

Il progetto Netflix ha avuto un grande successo; per avere l’interesse di un nuovo pubblico, il tono della serie si è concentrato sul dramma. È un’opportunità che va compresa e in Bahrain ne abbiamo parlato con i team. Se un pilota non partecipa perché non si sente rappresentato nel modo corretto, è necessatio capire come riparare. Parleremo con Netflix perché abbiamo bisogno che la storia non si allontani dalla realtà. Affronteremo l’argomento con i piloti; un progetto con questo successo deve andare avanti, ma senza distorcere l’immagine e il significato del nostro sport.

Stefano Domenicali

GP Arabia Saudita: a che ora e dove vedere la gara

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Chiara Zambelli