07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Sostituti GP Russia 2022: chi sono i possibili candidati?

sostituti gp russia 2022 circuito di sepang in malesia
La cancellazione del GP di Russia 2022 lascia un buco nel calendario di F1: è corsa al Circus dunque, ma chi sono i possibili sostituti?

Negli ultimi due mondiali la F1 ha imparato a correre ai ripari in caso di spiacevoli situazioni; la pandemia ha infatti spesso costretto il Circus a prendere strade diverse da quelle inizialmente pensate. Il calendario del 2022, anch’esso sempre soggetto a cambiamenti causa Covid, ha dovuto però far fronte alla terribile guerra scoppiata tra Russia e Ucraina; il GP di Russia 2022 è stato così cancellato, ma chi sono i possibili sostituti?

GP Russia 2022: i possibili sostituti di Sochi

Il calendario di F1, soggetto a molteplici cambiamenti nelle ultime due stagioni, si è ritrovato di fronte alla spiacevole situazione scoppiata tra Russia e Ucraina. La guerra voluta dal presidente Putin per invadere l’Ucraina, ha infatti smosso il mondo a prendere provvedimenti pesanti nei confronti delle nazioni ritenute colpevoli. La F1 in particolare ha quasi subito annullato il GP sul circuito di Sochi, previsto dal 23 al 25 settembre, lasciando così un buco nell’ampio calendario.

sainz power unit turchia
Carlos Sainz, GP Russia 2021 – Photo Credit: Scuderia Ferrari Official Twitter Account

Sostituire la gara russa non dovrebbe però essere in problema; di possibili candidati infatti ce ne sono, ma bisognerà tener conto di alcuni incastri logistici. Il weekend del GP di Russia era infatti il primo di una tripletta assieme al GP di Singapore e a quello del Giappone; per questo motivo, la logica porterebbe a pensare ad una gara che non si allontani troppo dalle terre asiatiche.

Tra i possibili candidati figura il Portogallo, già chiamato a riempire un calendario di F1 rimasto vuoto; il problema sarebbe appunto di tipo logistico, vista la sua posizione rispetto alle altre due gare della tripletta e tenendo conto del carico di lavoro a cui tutto il Circus dovrà far fronte quest’anno. Non solo Portimao, ma anche Turchia e Qatar, che approderà ufficialmente in F1 dal 2023, avrebbero offerto le loro piste. Tra le voci dei possibili sostituti spunta anche quella del possibile ritorno anticipato del GP in Cina e un’altra su una pista già vista nel Circus. Grazie anche ad alcuni tweet pubblicati, il circuito malese di Sepang sembra essere il candidato perfetto per andare a sostituire la Russia.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Chiara Zambelli