04/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Stefan Bradl sulla condizione di Marquez: “E’ al 90%”

Bradl Marquez

Stefan Bradl durante il suo anno in sostituzione di Marquez

Stefan Bradl si è soffermato a parlare delle condizioni di Marc Marquez in vista dell'inizio della stagione e del debutto di Binder

Stefan Bradl, collaudatore Honda, ha parlato delle condizioni fisiche di Marc Marquez. Il pilota tedesco ha analizzato anche la possibile stagione di Quartararo e il debutto di Darryn Binder in MotoGP direttamente dalla Moto3.

Le parole di Bradl su Marquez

Siamo nella settimana che ci porterà al primo gran premio dell’anno e la curiosità di scoprire le effettive condizioni fisiche di Marc Marquez sono molte. Stefal Bradl però, in un’intervista al programma “Sport & Talk” di ServusTV, si è soffermato a parlare proprio dell’otto volte campione del mondo.

Marc è in forma, credo. Ha passato il peggio con gli infortuni al braccio e agli occhi. Ma è stato il miglior pilota degli ultimi sei anni. Se si adatta al materiale, è il favorito in assoluto. Immagino che sia al 90 percento. Quando si tratta di test, ti trattieni: anche Marc può giocare perfettamente a questo gioco. Sarà lì per la prima gara. Ho Marc come favorito, ma ovviamente ci sono altri candidati

Bradl durante i test di Sepang in vista della stagione 2022 – photo credits: motogp.com

Altre curiosità

Il pilota tedesco, attuale collaudatore Honda, ha poi spaziato su diversi temi durante l’intervista. In primis, Bradl ha voluto parlare del campione del mondo in carica Fabio Quartararo.

La Malesia e l’Indonesia con tanti lunghi rettilinei sono difficili per la M1. La Yamaha di solito se la cava meglio in gara che nei test. Fabio ha vinto in gara2 in Qatar nel 2021. Vedremo come gestirà la pressione. Ma penso che anche lui sia uno dei favoriti

Tra i grandi punti di domanda del 2022 c’è il debutto di Darryn Binder sulla Yamaha del team WithU direttamente passando dalla Moto3 alla MotoGP. Questo passaggio in passato è stato provato esclusivamente da Jack Miller, quindi la curiosità è tanta.

L’abbiamo sperimentato qualche anno fa con Jack Miller, che è arrivato direttamente in MotoGP. Ovviamente bisogna dare tempo a Darryn. Bisogna aiutarlo e accompagnarlo nella crescita, senza fretta. Certo, tutti i debuttanti vogliono mettersi in mostra, ma si può fare solo passo dopo passo

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.

Simone Massari