04/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Aprilia vincente in MotoGP, che fine fanno le concessioni?

aprilia motogp argentina termas de rio hondo Aleix espargaro
La casa di Noale, grazie alla nuova RS-GP 2022, sta dimostrando di poter stabilmente lottare per le posizioni di vertice insieme agli altri costruttori.

L’Aprilia è finalmente riuscita a vincere la sua prima gara in MotoGP. Aleix Espargaro, in sella alla moto di Noale ormai dal 2017, ha portato così a casa la sua prima vittoria assoluta nel Motomondiale dopo un’attesa lunga ben 284 gare. Questa vittoria significa che l’Aprilia è finalmente riuscita ad arrivare al livello delle altre case motociclistiche e che quindi potrebbe perdere a breve le sue concessioni. Quando e come si potrebbe verificare questo scenario?

SCOPRI TUTTO SULLA COLLABORAZIONE TRA APRILIA ED SC-PROJECT: QUI LA NOSTRA INTERVISTA

In MotoGP, Aprilia è l’unica casa a godere ancora delle concessioni: ma cosa sono?

L’Aprilia non vinceva una gara del Motomondiale dal lontano 2011 quando, guarda caso, Maverick Viñales conquistò il GP di Valencia del campionato 125cc. Lo stesso anno la casa di Noale vinse il titolo piloti con Nico Teról e anche quello costruttori (il 19° tra 125cc e 250cc). Dal 2012 poi arrivò la Moto3 e l’Aprilia uscì di scena, rientrando in MotoGP insieme a Gresini nel 2015. Il primo podio dell’Aprilia in 500cc risale al 1997 con Doriano Romboni, che concluse il GP di Assen al terzo posto. Mentre per conquistare il primo podio in MotoGP l’attesa termina nel 2021, con il terzo posto di Aleix Espargaro a Silverstone.

aprilia motogp silverstone 2021
Il primo podio dell’Aprilia in MotoGP è arrivato nel GP di Silverstone del 2021 con Aleix Espargaro – Photo Credit: motogp.com

Per introdurre in modo chiaro l’argomento delle concessioni, è bene ricordare che è dal 2016 che questo sistema è in uso. Esso permette ai costruttori più in difficoltà di avere delle agevolazioni. Ad esempio, Aprilia al momento può utilizzare più motori (nove) rispetto a coloro che non possiedono le concessioni (sette). Non sono obbligati a punzonare il motore prima della prima gara dell’anno, godono di maggiori giorni di test e di più wildcard.

Aprilia potrebbe perdere le concessioni già a partire dalla stagione 2023

Le concessioni si perdono quando una casa costruttrice conquista un totale di 6 punti nell’arco di due anni. Questi vengono così assegnati: 1 punto per il terzo posto, 2 per il secondo e 3 per il primo. Il primo podio di Aprilia in MotoGP è arrivato il 23 agosto 2021, con un terzo posto. Questo le è valso 1 punto, che va aggiunto ai 3 conquistati in Argentina dopo la vittoria di Aleix Espargaro.

aprilia motogp argentina termas de rio hondo Aleix espargaro
I festeggiamenti dopo la prima storica vittoria della casa di Noale nella top class – Photo Credit: motogp.com

In totale, quindi, Aprilia possiede 4 punti. Nel caso in cui Aprilia conquistasse altri 2 punti in questa speciale classifica entro il 23 agosto 2023 (a due anni dal podio di Silverstone), essa perderà le concessioni. Se la quota sarà raggiunta quest’anno, le perderà già dal 2023. Se invece questi ultimi 2 punti saranno conquistati nella stagione 2023, Aprilia perderà le concessioni nel 2024. Vista la competitività mostrata in queste prime tre gare dell’anno, vien facile pensare che non manchi molto al raggiungimento di questa soglia.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Riccardo Zoppi