06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GP Portogallo, Quartararo: una vittoria indiavolata

gp portogallo quartararo
Due soli podi in cinque gare non bastano a convincere Fabio Quartararo: la testa della classifica non distoglie i sui pensieri da un possibile addio a Yamaha.

Il GP del Portogallo ci restituisce un Fabio Quartararo spettacolare. Dopo il GP delle Americhe, non era scontato ritrovare il francese e la Yamaha così forti al ritorno in Europa. La pista di Portimão si sposa però alla perfezione con le caratteristiche della M1 e Fabio ci ha messo il suo solito zampino. Il Mondiale ora assume tutta un’altra faccia, con le prossime piste che saranno fondamentali sia in ottica iridata che di mercato.

SCOPRI COME SEGUIRE IL GP DI SPAGNA IN PROGRAMMA DOMENICA 1 MAGGIO

Fabio Quartararo vince il GP del Portogallo, ma questo non cancella la situazione della Yamaha

Partito in quinta posizione, il francese si è portato subito a ridosso della testa della corsa. Superato Mir, ha impresso un ritmo insostenibile per tutti riportando alla vittoria una moto giapponese. Quest’ultima non arrivava dal secondo GP di Misano del 2021, quando vinse Marc Marquez. Il francese vince di forza e di cattiveria, dimostrando di essere il pilota (al momento) più completo di tutta la griglia. Dove ne ha possibilità, El Diablo fa volare la sua M1 come nessun altro riesce a fare. Egli però ha la consapevolezza che la sua Yamaha non è all’altezza delle altre moto, se non in determinate piste e solo se riesce a partire davanti. La conferma arriva dagli altri piloti Yamaha: Dovizioso 11° a 29 secondi, Morbidelli 13° a 33 secondi, Darryn Binder 17° a 50 secondi. Una differenza di prestazioni abissale.

gp portogallo quartararo
Photo Credit: MotoGP Official Website

Se non ci sono certezze in questo campionato, forse l’unica è che la Yamaha non è la moto migliore del lotto. È quel diavolo di Fabio Quartararo che la fa andare come nessun altro, consapevole che dovrà sfruttare al massimo piste come Jerez, Le Mans o Assen se vuole confermarsi campione. Per questo le prossime gare saranno fondamentali per il campionato di Quartararo, ora in testa al mondiale insieme a Rins. Nonostante le voci di un suo addio alla M1 si siano affievolite, il campione del mondo non è ancora del tutto sicuro della scelta da prendere in vista del 2023. Egli vuole risposte tecniche che Yamaha ancora non ha fornito e che non fornisce da diverse stagioni: un Diablo vincente potrebbe comunque abbandonare la casa di Iwata per sposare un nuovo progetto.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Riccardo Zoppi