06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Nessuna sanzione contro Leclerc per la gara in Australia

Leclerc sanzione Australia
Charles Leclerc è stato assolto dai commissari di gara e non correrà incontro a nessuna sanzione per la gara australiana. Sua la pole position.

Charles Leclerc è stato assolto dai giudici di gara e non rischierà alcuna sanzione in vista della gara del GP di Australia. Il pilota monegasco, chiamato a rispondere ad una potenziale infrazione dell’articolo 33.4 del regolamento, è stato giudicato innocente. Pertanto, partirà dalla pole position seguito da Verstappen e Perez.

Charles Leclerc salvo: nessuna sanzione in vista della gara in Australia

Il monegasco della Ferrari Charles Leclerc era stato chiamato a presentarsi di fronte ai commissari al termine delle qualifiche del GP di Australia. Secondo quanto accaduto, il leader del campionato avrebbe rischiato di essere colpevole all’articolo 33.4 del regolamento sportivo, il quale recita che “in nessun frangente una monoposto può essere guidata lentamente senza un valido motivo, diventando un possibile rischio in pista per gli altri piloti”.

F1 Qualifiche GP Australia
Charles Leclerc durante le qualifiche del GP di Australia – Photo Credit: Scuderia Ferrari Media Center

L’investigazione fa riferimento al giro di defaticamento effettuato dallo stesso pilota al termine del suo giro lanciato. In quel caso gli steward hanno tenuto in considerazione che Leclerc stesse effettuando un giro di defaticamento che non è soggetto a tempo massimo per essere terminato; quindi, nessuna sanzione per lui e mantiene così la pole per la gara in Australia che inizierà alle 7:00 di domenica, ora italiana.

SEGUICI SU

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Raffaello Caruso