06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

WorldSBK Aragon 2022, il resoconto delle gare

Il primo appuntamento del WorldSBK 2022 ad Aragon ha visto Bautista tornare a dominare con la Ducati, imponendosi in due gare su tre

Archiviato il primo GP del WorldSBK della stagione 2022 corso sulla pista di Aragon. I protagonisti attesi non si sono nascosti, lottando per la vittoria in tutte le tre gare disputate nel weekend. Ecco il resoconto di Gara-1, Superpole Race e Gara-2.

WorldSBK Aragon 2022: Gara-1

Il primo GP della stagione 2022 della Superbike svoltosi sul circuito di Aragon non ha tradito le attese. Toprak, Rea e Bautista, alla prima dopo il ritorno in Ducati Aruba.it, si sono dimostrati i più in forma della griglia. Il turco non predilige la pista spagnola, anche per via della Yamaha R1 meno adatta al layout di Aragon. Fin dalle prime battute il turco campione del mondo ha voluto dimostrare di essere il numero 1, come quello stampato sul cupolino della sua R1.

Dopo essere stato leader della gara per diversi giri, tallonato dal mai domo Jonathan Rea e dal redivivo Alvaro Bautista alla sua seconda esperienza a Borgo Panigale, il turco subisce l’attacco prima del sei volte campione del mondo e successivamente dal pilota spagnolo della Ducati. E qui inizia il duello rusticano tra Bautista e Rea che ha incendiato gli ultimi dieci giri del GP di Aragon.

Lo spagnolo conduce per diversi giri la gara, prima di iniziare una lotta all’ultimo sorpasso con Jonathan Rea, ritornato al suo canonico 65. Nel finale Bautista rischia anche di cadere, ma non molla e continua la lotta con il pilota Kawasaki. Razgatlioglu osserva. Ma se fino a questo momento la lotta è stata serrata, all’ultimo giro si è sfiorato l’infarto. Bautista prova ad attaccare Rea che resiste e conquista il primo gran premio al fotofinish per 90 millesimi.

WorldSBK Aragon 2022
Rea, Bautista, Razgatlioglu e Rinaldi durante Gara-1 ad Aragon: photo credits: worldsbk.com

Gli italiani in gara non hanno sfigurato in questa Gara-1: Rinaldi ha concluso 4°, davanti ad Andrea Locatelli. Bene Bernardi che era sembrato più in difficoltà nella pre-stagione con il 12° tempo, Bassani 16° davanti all’esordiente Roberto Tamburini su Yamaha R1 del team Yamaha MotoxRacing, salito nella massimo campioanto delle derivate di serie dopo la vittoria al National Trophy nel 2021. Desaparecido Scott Redding, in piena difficoltà con la sua nuova BMW. Chissà se si sarà pentito della scelta di abbandonare il team Aruba.it.

WorldSBK Aragon 2022: Superpole Race

Sono servite due gare per ritrovare la vittoria. Alvaro Bautista conquista la Superpole Race a bordo della sua Panigale V4R davanti al vincitore di Gara-1 Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu. Se Gara-1 ha visto i due piloti arrivare alla bandiera a scacchi con soli 90 millesimi di secondo di distacco, la Superpole Race ha evidenziato uno strapotere di Alvaro Bautista e la sua Ducati.

Lo spagnolo prende subito la testa della corsa, riuscendo a creare un gap giro dopo giro, terminando la gara con più di 5 secondi di distacco dal suo primo inseguitore. Se nel primo appuntamento la lotta andata in scena tra Rea e Baustista era valevole la vittoria, in questa gara sprint ci si giocava gli ultimi gradini del podio. Toprak e Rea (con un Rinaldi arrembante e anche in zona podio a tratti) iniziano a stuzzicarsi l’un l’altro con il pilota Kawasaki che la riesce a spuntarla sul campione del mondo in carica.

WorldSBK Aragon 2022
Bautista che festeggia la vittoria schiacciante – photo credits: worldsbk.com

Gli italiani: quarta e quinta posizione invariate da Gara-1 con Rinaldi e Locatelli. Migliora notevolmente Axel Bassani, che conquista un ottimo settimo tempo che gli permetterà di partire in seconda fila in Gara-2. Finisce a punti Roberto Tamburini in 15° posizione, 17° Bernardi su Ducati Barni Racing. In top 10 le due Honda di Vierge e Lecuona, 12° Redding.

WorldSBK Aragon 2022: Gara-2

Dopo una gara-1 scoppiettante, anche la terza gara del weekend, come la Superpole Race, ha visto Alvaro Bautista dominare. Lo spagnolo ritorna a fare quello che gli era riuscito nella prima parte della stagione 2019: vincere. L’ex pilota MotoGP si prende subito la testa della corsa riuscendo a mantenere leadership trascinandosi il suo compagno di squadra Michael Ruben Rinaldi in seconda posizione.

Con il passare dei giri il distacco di Bautista aumenta costantemente, riducendo così la lotta solo per gli ultimi due posti disponibili sul podio. A giocarseli i soliti Rea, Toprak con l’aggiunta di Rinaldi. Il nordirlandese della Kawasaki commette un errore importante che lo condanna a rimontare le posizioni perse. Rinaldi perde a tre giri dal termine il podio a favore del campione del mondo. Caduto Andrea Locatelli.

WorldSBK Aragon 2022
I quattro piloti che si sono giocati le posizioni di prestigio del weekend del WorldSBK Aragon 2022: photo credits: motogp.com

Gli italiani: Rinaldi come detto in precedenza finisce il suo GP di Aragon con un altro quarto posto, sesto Axel Bassani, in crescita dopo un inizio di weekend difficile per il pilota del team Motocorsa. Continua il suo percorso di apprendimento Tamburini 14° e Luca Bernardi termina il suo primo weekend del WorldSBK 2022 ad Aragon in sedicesima posizione. Bene Loris Baz settimo sulla sua nuova BMW M 1000 RR, davanti a Vierge e Gerloff.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video. 
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Simone Massari