07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GT Italiano Endurance Pergusa, risultati gara e classifica

Gara GT Italiano Endurance Pergusa
Resoconto gara e classifica e ordine d'arrivo della gara endurance del GT Italiano a Pergusa, prima tappa del campionato di durata.

La prima gara Endurance del GT Italiano a Pergusa è stata portata a casa da una mmagistral doppietta del Team VSR che piazza in seconda posizione Beretta-Liberati-Nemoto davanti alla Honda NSX GT3 di Moncini-Guidetti-Cabezas, mentre nella GT Cup successo della Ferrari 488 Challenge di Coluccio-Mazzola.

Domina Lamborghini VSR durante la gara Endurance del GT Italiano a Pergusa

E’ stato un week end indimenticabile per i colori del VSR, squadra che ha piazzato ben tre equipaggi nelle prime cinque posizioni. La vittoria di Basz-Hites-Michelotto è maturata nelle ultime battute di una gara che nel finale ha offerto emozioni a non finire con un duello per la vittoria che ha coinvolto, oltre ai due equipaggi della compagine ravennate, i bravissimi portacolori della Nova Race, Moncini-Guidetti-Cabezas.

E’ stato un duello serrato ma molto corretto, che alla fine ha visto prevalere Michelotto dopo che il suo compagno di squadra Nemoto, succeduto a Liberati e Beretta, non è riuscito a difendere a poche centinaia di metri dal traguardo la prima posizione a causa del calo di pressione dello pneumatico  anteriore sinistro. Il pilota giapponese, tuttavia, è riuscito a difendere la posizione d’onore, portando la sua Lamborghini  davanti alla Honda dello spagnolo Cabezas, splendido protagonista del terzo stint dopo il buon avvio di Guidetti e l’ottima parte centrale di Moncini.

Gara GT Italiano Endurance Pergusa
Photo Credit: ACI Sport

Il distacco di poco più di un secondo tra i primi tre equipaggi la dice lunga sull’agonismo che ha caratterizzato gli ultimi giri di una  gara che ha subito mostrato il dominio delle Lambo con Liberati che nel primo stint, nonostante l’ingresso di una safety car, è riuscito a tenere dietro dapprima Guidetti e poi il suo compagno di squadra  Basz. Nel secondo stint ancora dominio delle verdi Huracan ma a posizioni invertite, con Hites, subentrato a Basz, davanti a Beretta, succeduto a Liberati che, però,  al 35° passaggio riusciva a riprendere la testa della gara e lanciare Nemoto verso il terzo e decisivo stint che ha poi deciso l’ordine di arrivo.

Ai piedi del podio ha concluso un’altra Lamborghini, quella dell’Imperiale Racing con Pijl-Guzman, davanti alla terza Huracan della squadra di Vincenzo Sospiri affidata a Cola-Moulin e alla BMW M4 GT3 di Comandini-Fascicolo-Nilsson. I portacolori di BMW Italia-Ceccato Racing Team sono stati penalizzati da una foratura nelle prime battute di gara dopo la toccata che ha subìto Fascicolo nella bagarre della partenza. Rientrato ai box, sia Comandini e nel terzo stint il giovane pilota svedese hanno tentato una rimonta impossibile, chiudendo comunque al secondo posto nella classifica PRO-AM alle spalle dei vincitori Cola-Moulin.

Gara GT Italiano Endurance Pergusa
Photo Credit: ACI Sport

Decimi assoluti, e primi della GT3 AM, hanno concluso le due ore di gara Magnoni-Di Fabio, con la seconda Honda NSX GT3 della Nova Race davanti alla Mercedes AMG GT3 di Pesce-Rappange (Antonelli Motorsport), terzi della PRO-AM. Sfortuna, invece, per la seconda vettura della squadra bolognese, quella di Scholze-Galbiati, ritirata nelle battute iniziali per un violento contatto del pilota tedesco contro le gomme  di una chicane.

Intanto nella classe GT Cup è festa Ferrari

Non è mai stata in discussione la vittoria di Luigi Coluccio e Rocco Mazzola nella classe riservata alle vetture in configurazione monomarca. L’equipaggio dell’Easy Race, dopo aver ottenuto il miglior tempo in prova, è balzato subito al comando con Coluccio e ha allungato con decisione sugli avversari, occupando addirittura le prime posizioni assolute.

Al primo cambio le cose non sono cambiate e Mazzola ha continuato a tenere un’andatura molto sostenuta, confermandosi in quinta piazza, cedendo poi nuovamente la vettura al suo coequipier che ha concluso la gara  in sesta posizione finale e prima della GT Cup. “Siamo davvero felici di questa prima vittoria nella serie Endurance – hanno dichiarato a fine gara i piloti dell’Easy Race – che fa seguito ai due podi di Monza nello Sprint. Oggi tutto è andato bene e per questo dobbiamo ringraziare tutta la squadra che ha fatto davvero un bel lavoro per tutto il week end”.  Sul podio i portacolori della squadra veneta hanno festeggiato assieme a Donno-Risitano-Menichini (Ferrari 488 Challenge-Best Lap) e Pavlovic-Fishbaum-Vairani (Lamborghini Huracan St-Bonaldi Motorsport).

Photo Credit: ACI Sport

Vittoria Ferrari anche nella AM con Buttarelli-Cossu-Bacci che hanno portato la 488 Challenge della SR&R sul gradino più alto del podio davanti alla Porsche 991 GT3 Cup Gen II di Locanto-Rodio-Pezzucchi nonostante un problema alla pressione della benzina che ha penalizzato per gran parte della gara i portacolori del Krypton Motorsport, mentre al terzo posto ha concluso la Lamborghini Huracan ST del Team Italy affidata a Becagli-Castillo Ruiz-La Mazza, davanti alla vettura gemella del Team Lazarus di Bozzoni-Del Monte, penalizzata di quattro minuti per cambio irregolare, e alla Ferrari 458 Challenge di “Aramis” Baratto-Pennisi (SR&R). Sfortuna, invece, per Gattuso-Mainetti-Riva (Porsche 991 GT3 Cup Gen II) ritiratisi per la rottura del semiasse mentre occupavano la terza posizione nella PRO-AM.

LEGGI: “Classifica finale GT Italiano Endurance Pergusa”

Gara GT Italiano Endurance Pergusa

SEGUICI SU

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Raffaello Caruso