07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Motoestate 2022, secondo appuntamento al Cremona Circuit tra novità e grandi ritorni  

Il secondo round del Motoestate 2022 a Cremona vedrà molte novità al via con la presenza dell'Alpe Adria Cup e dell'Europeo 300 e 1000 STOCK

Dopo il primo appuntamento del Motoestate 2022 a Varano, sul Cremona Circuit andrà in scena il secondo round del MES che vedrà una ventata di internazionalità con le gare dell’Alpe Adria Cup e dell’Europeo 300 e 1000 STOCK. Torneranno in griglia come wild card amici del Motoestate come Luca Salvadori, Fabrizio Perotti e Ivan Goi nella categoria 600 OPEN.

Aria internazionale

In concomitanza con le classi Motoestate 600, 1000 e 300 Classeviva si disputeranno anche le gare dell’Alpe Adria Cup e dell’Europeo 300 e 1000 STOCK. Una ventata di internazionalità che darà al trofeo e ai suoi piloti una valenza europea. Sono infatti attesi diversi piloti impegnati abitualmente sulle piste dell’Est-Europa. Saranno quindi due scuole a confronto, per un doppio round davvero intenso.

Format innovativi per un Motoestate all’insegna delle novità

Durante la giornata di sabato le categorie che hanno in programma doppia gara disputeranno un turno di qualifica e nel tardo pomeriggio la prima  gara. Domenica disputeranno warm up e poi la seconda. Per questo round sono previsti cambiamenti anche per ciò che riguarda la Race Attack. A differenza della consuetudine che prevede doppia manche, questo round è prevista una gara singola, ma più lunga. Questo per venire incontro alla richiesta di diversi piloti sondate durante i sondaggi invernali. Sarà una sfida nuova per i riders della categoria entry level, la maggioranza dei quali ha preso di buon grado la novità.

Protagonisti da tenere d’occhio

Il round cremonese vedrà al via diverse wild card di valore che si sfideranno con i piloti permanenti della kermesse più logeva d’Italia. Nella 600 Open, Niccolò Bianucci punta al bis, ma non sarà facile. Sulla sua strada ci saranno Giacomo Gioia, Michele Filippi, Giacomo Caffagni, Mattia Balella. Sarà al via anche Ivan Goi, presente sul tracciato amico di Cremona per la prima volta con una Ducati V2 dopo avere gareggiato lo scorso anno tra le 1000 e vincendo l’ultimo appuntamento stagionale con la Rossa di Borgo Panigale. Tra le Stock comanda  Andrea Tomio, ma attenzione a Matteo Osler, vincitore 2021, e la new entry Gilardi. 

Nella 1000 Open al via come lo scorso anno Luca Salvadori in sella alla Ducati V4. Il pilota- Youtuber, molto atteso anche in questa edizione, dovrà vedersela da Fabrizio Perotti, e dagli inossidabili piloti MES capeggiati da Valter  Bartolini, dominatore a Varano, Emanuele Lo Bartolo e Massimiliano Palladino, molto atteso a Cremona dopo il finale thriller dello scorso anno (che gli costò il titolo per un punto). In più, occhi puntati sul baby Alessandro Usai, bravo a Varano, che torna sulla pista che lo aveva visto debuttare lo scorso anno nella medesima categoria. Infine, mancato a Varano per un problema che lo ha costretto al ritiro, Nuccio Zerbo fresco vincitore della Dunlop Cup a Misano e subito alla ricerca del bis. Tra le stock, che stavolta avranno all’interno, ma con classifica separata, quelle dell’Europeo, battaglia aperta tra Francesco Bernoni e Rocchio e la wild card Colombo.

Doppio gara per la 300

300 Classe Viva sold out con tanti giovani arrembanti. Se a Varano la wild card era stata Nunez, a Cremona ce ne saranno altre. Ma soprattutto si arriva a Cremona, dopo un primo round intenso dove il livello si è ulteriormente alzato, rendendo la gara molto importante e un ottimo banco prova. A Varano Giacomo Zannoni ha trionfato, davanti a Mattia Sorrenti ed Emanuele Cazzaniga. A Cremona si prospetta una battaglia incandescente con difficoltà a trovare dei favoriti. Il livello è altissimo e basta nulla per perdere o acquistare posizioni. E in questa circostanza ci saranno anche gli stranieri dell’Alpe Adria a rendere ancora più elettrizzante la sfida. Come per la 600 e 1000 anche la 300 avrà la sua gara doppia, per un doppio show.

LEGGI: “Niccolò Lisci e la sua esperienza al Motoestate”

Motoestate 2022 Cremona
photo credits: sh group

La 125, rilanciata quest’anno con un bel numero di iscritti vede come sempre leader Emanuele Magnanelli, primo della SP. Non mancano però gli avversari come Mattia Muttoni e Marjan Krestev. Nella Open  comanda Cambioni davanti all’esordiente Matteo Mazzurana. Attenzione anche a Loris Guerrini, ex titolato in salita, che a Varano si è ritirato per guasto tecnico.

Nella Moto4, Federico Trubia sta ottenendo ottimi tempi e dunque sta facendo vedere un bel potenziale, considerando che è al primo anno di ruote alte. La Supermono invece avrà un maggior numero di partecipanti: saranno diversi i piloti che arriveranno a sfidarsi. Al via il campione in carica Matteo Morri, che se la vedrà con i vecchi rivali Andrea Raimondi, Bianchi e il tedesco Lukas Frey. E in questa occasioni ci sarà un altro pilota tedesco, Fabian Fritzsch, alla guida della moto dell’Università  di Gieben.

Nuovo format per la Race Attack al Motoestate 2022 a Cremona

Con format rivisto per questa occasione, la Race Attack si conferma categoria interessante con tanti piloti al via. Nella 600 Luca Coletto, William Benedet e Marco Como sono stati i protagonisti assoluti del round precedente. Attenzione però alla nutrita schiera di avversari tra cui Alberto Bettella, il debuttante Matteo Cristini, Daniele Bassi e Niccolò Capelli. Sarà una gara su distanza più lunga rispetto al solito e dunque potrebbero esserci sorprese. Stesso discorso per la 1000 dove comanda Lorenzo Voch a pari punti con Lazzaro Valsecchi. Seguono Niccolò Pellegrinelli, il debuttante Gabriele Proietti e Marco Fabbretti. Anche nella 1000 il livello è equilibrato e  promette dunque spettacolo. E poi la Naked, tornata quest’anno e in crescita da un round all’altro. Saranno infatti al via Gollini con la Triumph e La Donna, con la Honda, che si vanno ad aggiungere ai protagonisti di Varano: Ruggiero, vincitore, Gelsomino Papa, Bendinelli, Luca Sessolo e Antonio Marzo.

LEGGI: “I Cristini, passione tramandata di padre in figlio”

Oltre alle categorie Motoestate, saranno presenti in griglia le bicilindriche della BDB, in continuo aumento di piloti al via, ultimo tra i quali Valter Bartolini, vincitore a Varano; la RBF Cup, sempre con griglia di partenza ricca di piloti alla prima esperienza e il CRV che anch’esso raccoglie un buon numero di adesioni.

Appuntamento, dunque al Cremona Circuit per il weekend del 28 e 29 maggio, con un sabato di prove libere, ufficiali e le prime gare, poi domenica con le ultime prove e poi le gare.

Info e iscrizioni su www.trofeimoto.it 

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale..
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.

La Redazione di Rossomotori.it