04/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Strategia Ferrari a Monaco: Sainz aveva detto sì al pit stop per rispondere a Perez

ferrari pit stop sainz monaco
Nel GP di Monaco, Sainz aveva acconsentito al pit stop per permettere alla Ferrari di rispondere al rientro ai box di Perez.

Il GP di Monaco in casa Ferrari non si è concluso nella maniera sperata; la prima posizione ottenuta da Leclerc nelle qualifiche si è infatti trasformata in un quarto posto. “Colpevole” del risultato è stata la strategia adottata dal muretto Ferrari a Monaco, con il pasticcio delle chiamate ai pit stop per Sainz e Leclerc. Secondo quanto riportato da Motorsport.com, lo spagnolo era però d’accordo a rientrare al box per coprire la sosta di Perez.

LEGGI: “Leclerc deluso a Monaco: le sue parole”

GP Monaco, Ferrari: Sainz d’accordo con il pit stop, il muretto cambia idea

Dopo il problema di affidabilità avuto nel GP di Spagna, in casa Ferrari erano pronti al riscatto in terra monegasca. Le qualifiche del sabato avevano messo il team di Maranello nella miglior posizione possibile, con Leclerc primo e Sainz al suo fianco. Una prima fila fondamentale viste le strette vie che caratterizzano il tracciato di Monte Carlo. L’inizio della gara, nonostante le difficoltà dovute al maltempo, ha visto entrambi i piloti in rosso mantenere le loro posizioni; la chiamata ai box di Perez ha poi innescato un po’ di confusione al muretto Ferrari.

Con due giri di ritardo rispetto al messicano, Leclerc è stato chiamato ai box, mentre Sainz ha proseguito la gara; lo spagnolo aveva infatti espresso la volontà di allungare lo stint per montare direttamente le gomme da asciutto. Qualche giro più tardi entrambi i ferraristi sono stati chiamati per effettuare un doppio pit stop; una scelta strategica che poi si è rivelata dannosa per il monegasco che da leader si è ritrovato quarto. Le “accuse” fatte al team di Maranello, oltre a quelle inerenti alla strategia, hanno riguardato anche lo spagnolo, colpevole di non aver rispettato l’ordine di rientrare ai box.

ferrari pit stop sainz monaco
Photo Credit: Scuderia Ferrari Official Twitter Account

Secondo quanto riportato da Motorsport.com, in realtà Sainz non avrebbe opposto alcuna resistenza; lo spagnolo infatti ha dapprima suggerito una strategia diversa per andare a montare direttamente le slick. Da quanto è poi emerso, il numero 55 della Ferrari ha poi acconsentito al rientro ai box, operazione avvenuta tramite un apposito pulsante. Il muretto della Rossa ha però deciso di lasciare in pista Sainz visto che dai dati era emerso che Perez aveva già guadagnato la posizione. Un episodio che dunque assolve Sainz dalle accuse di egoismo, confermando il buon rapporto tra i due alfieri della Ferrari.

LEGGI: “Mattia Binotto ammette gli errori fatti a Monaco”

Ascolta Paddock GP

È tornato Paddock GP! Ascolta la nuova puntata di Paddock GP, in cui Raffaello Caruso, Chiara Zambelli e Gabriele Bassi hanno commentato il GP di Monaco assieme al loro ospite, Luca Dal Monte.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Chiara Zambelli