06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Calendario F1 2023: troppi candidati, l’Europa perde posti

calendario f1 2023
Il calendario di F1 2023 è al centro delle discussioni: troppi GP candidati, chi rischia il posto per il prossimo mondiale del Circus?

Nel corso del 2022, oltre ai vari cambi regolamentari, è in corso una discussione su quello che sarà il prossimo futuro. Il calendario di F1 per il mondiale 2023 riserba infatti ancora dei dubbi, soprattutto per quanto riguarda tre delle tappe europee; non solo, perché sul tavolo di discussione potrebbe anche esserci un possibile aumento del numero di gare, ad oggi fissato a 24.

LEGGI: “Il Sudafrica si prepara a tornare in F1?

Calendario F1 2023: chi rischia il posto?

Se qualche anno fa stilare il calendario di F1 era un’impresa semplice, ad oggi il discorso sembra essersi fatto più difficoltoso; l’aumento dell’interesse nei confronti del Circus ha infatti portato a diverse candidature che costringono dunque ad una scelta per i prossimi anni. L’attuale regolamento sancisce infatti un massimo di 24 gare per l’intero mondiale e, nonostante le discussioni aperte, non sembra possibile un imminente aumento di tale numero.

Il rientro del GP di Cina, insieme a quello del Qatar e il debutto ufficiale di Las Vegas portano, con le attuali 22 gare, ad un totale di 25 appuntamenti iridati, uno in più di quanto permesso dalle norme. Inoltre, secondo le indiscrezioni uscite nel corso degli ultimi mesi, non è un segreto il lavoro che sta svolgendo Stefano Domenicali per riportare la F1 in Sudafrica. Uno scenario che dunque mette in crisi la possibile permanenza di tre tappe europee in particolare, ovvero Monaco, Belgio e Francia.

calendario f1 2023
Photo Credit: Scuderia Ferrari Twitter

Come riportato da Motorsport.com, se le quattro gare in più dovessero venire confermate, due dei tre circuiti europei rischierebbero il posto in calendario. Il Qatar e Las Vegas non hanno infatti problemi, mentre per Cina e Sudafrica la questione è differente; la prima potrebbe infatti decidere di non aprire le frontiere rendendo dunque impossibile lo svolgersi dell’evento di F1, mentre la seconda potrebbe posticipare l’ingresso al 2024. Lo storico tracciato di Monte Carlo resta ad oggi il favorito alla permanenza in F1, anche se con alcune condizioni che gli farebbero perdere determinati privilegi; il secondo meno in bilico è invece il tracciato di Spa che spera dunque in una rinuncia da parte dei due contendenti extraeuropei. Almeno per il 2023.

Ascolta Paddock GP

Nell’ultima puntata di Paddock GP, Chiara Zambelli, Raffaello Caruso e Gabriele Bassi hanno commentato il GP del Canada in compagnia dell’ingegnere Luigi Mazzola.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Chiara Zambelli