04/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Daniel Ricciardo bacchetta tutti: “Non ho dimenticato come si guida”

Daniel Ricciardo
Ricciardo rischia di perdere il suo posto in McLaren e ribadisce la sua voglia che ha di tornare a vincere.

Daniel Ricciardo ha risposto alle critiche sulle sue prestazioni in Formula 1 e insiste sul fatto che non ha dimenticato come guidare in sei mesi. Eppure, il periodo nero per il pilota di Perth della McLaren continua e ne parla in esclusiva su crash.net.

Futuro sempre più in bilico di Ricciardo in McLaren

L’australiano di Perth si è unito alla McLaren dalla Renault per l’inizio della stagione 2021 e, nonostante abbia vinto la prima gara del team dal 2012 avvenuta durante il Gran Premio d’Italia a Monza, è stato ampiamente considerato come se avesse avuto risultati insufficienti e non avrebbe potuto ottenere le stesse prestazioni costanti al pari del compagno Lando Norris.

Dopo un anno in cui si è stabilito nella squadra e ha appreso delle complessità derivanti dal motore Mercedes utilizzato dalla McLaren, Ricciardo sembrava destinato a un miglioramento verso il 2022. Nei primi sette round della stagione in corso, tuttavia, il divario tra lui e Norris è aumentato notevolmente.

LEGGI: “Le critiche di Jacques Villeneuve a Ricciardo”

Norris è attualmente settimo nella classifica piloti con 48 punti, mentre Ricciardo è solo 11° con 11 punti. In sette gare finora nel 2022, Ricciardo è finito tra i primi dieci solo una volta, nel suo Gran Premio di casa a Melbourne.

Quei risultati hanno portato l’amministratore delegato della McLaren Zak Brown a etichettare come deludenti i risultati di Ricciardo da quando è entrato a far parte del team e, sempre l’americano, ha messo in dubbio il futuro del suo pilota quando ha affermato che l’accordo che i due hanno firmato fino al 2023 non è a tenuta stagna, con “meccanismi” che potrebbero licenziare Ricciardo qualora i risultati non dovessero migliorare. L’ex pilota Red Bull ha parlato di cercare di gestire i suoi dubbi su se stesso.

“È una specie di flusso e riflusso in cui a volte mi abbatto su me stesso. Ma poi altre volte, sono eccitato e motivato a dimostrare a molte persone che si sbagliavano e a dimostrare a me stesso che avevo ragione. Il più delle volte, ridacchiarò al dubbio. Perché anche l’anno scorso, di sicuro, ci sono state volte in cui stavo cercando di capirlo. Già ad aprile e maggio [l’anno scorso] c’erano articoli come “l’ha perso”, ma sei mesi prima, nel 2020, ero considerato uno dei piloti più straordinari di quella stagione”. – Daniel Ricciardo

Incidente Ricciardo Monaco
Photo Credit: McLaren Media

Ricciardo potrebbe essere sostituito da uno dei due piloti che interessano alla McLaren che stanno attualmente correndo in IndyCar negli Stati Uniti, il messicano Pato O’Ward e l’americano Colton Herta. Ma Ricciardo crede di non aver perso il talento che gli ha portato otto vittorie in F1 e dice di essere determinato a smentire i dubbiosi.

“La realtà è che non ho dimenticato come guidare in sei mesi, non ho perso il mio vantaggio competitivo, è solo una specie di momento in cui sapevo di poter uscire. Farai sempre dire alle persone varie cose sulla tua persona, ma bisogna non dare troppa retta a queste voci. Sta a me in macchina dimostrare che si sbagliano. Ma nessuno entrerà in me più di me stesso”.

LEGGI: “Colton Herta possibile sostituto di Ricciardo”

SEGUICI SU

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Raffaello Caruso