07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Direzione Gara F1 GP Monaco, Luca Dal Monte commenta: “Forse il problema non era Masi”

Luca Dal Monte FIA
Durante la puntata di Paddock GP, Luca Dal Monte commenta la scelta della Direzione Gara di F1 di non dare la penalità al team Red Bull al GP di Monaco.

Ospite durante la puntata 27 nello studio virtuale di Paddock GP, Luca Dal Monte che ha commentato il GP di Monaco di F1 e la penalità non data alla Red Bull da parte della Direzione Gara. Di seguito le dichiarazioni dello scrittore e giornalista, in esclusiva per Rossomotori.it.

Direzione Gara F1 Monaco poco giusta nei confronti di Red Bull e le proteste della Ferrari

Sergio Perez mantiene la sua prima vittoria nel GP di Monaco e Max Verstappen sale sul podio mentre i commissari respingono le proteste della Ferrari. La Ferrari ha lanciato proteste separate contro Perez e Verstappen a Monte Carlo, accusandoli di aver attraversato illegalmente la linea gialla uscendo dai box al 23° giro, cercando di stare davanti a Carlos Sainz e Leclerc. La FIA ha però respinto la protesta della Ferrari.

Direzione Gara F1 Monaco
Photo Credit: F1.com

“Dopo la gara vista a Monaco, possiamo capire che il problema, forse, non era Michael Masi. Se la regola è chiara e dice che non si può mettere la gomma sulla linea gialla allora non ti inventi durante la corsa che non c’era abbastanza gomma sulla linea gialla e quindi non c’era bisogno di penalità. Inoltre, in questo caso Max non solo è passato con la gomma sulla linea gialla ma ha anche ostacolato la vettura che arrivava alle sue spalle, ovvero quella di Leclerc. La Formula 1 è da sempre in mano agli inglesi e sembra che le regole cambino da pilota a pilota o da scuderia a scuderia, basti ricordare quello che è accaduto nella scorsa stagione 2021“. – Luca Dal Monte

Le contraddizioni della FIA durante il GP di Monaco

Su Perez, la FIA ha affermato che il messicano “non aveva alcuna parte delle gomme anteriori o posteriori a sinistra della linea gialla” e ha concluso che la protesta era “infondata”. La presunta violazione di Verstappen sembrava sempre più controversa e la FIA ha affermato che Verstappen non vi è passato con la maggior parte della gomma e che quindi non andava incontro a nessuna penalità. Ma c’è una contraddizione nelle note del direttore di gara, che diceva che “i piloti devono tenersi a destra della linea gialla”, e da regolamento, qualsiasi pneumatico non deve oltrepassare o toccare la linea, altrimenti si incorre in una penalità.

È cambiato il direttore di gara ma sembra che le cose non siano cambiate. Verstappen non è nemmeno stato investigato. A questo punto perché non mettere dei sensori che avvisino quando un pilota commette un errore del genere? È pazzesco parlarne, perché se ci andava sopra Leclerc quasi sicuramente sarebbe stato penalizzato. Nel caso di Verstappen, l’inflazione non è stata neanche notata quando è stata palese. Tutto questo non fa bene allo sport”.– Luca Dal Monte

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Mara Romano