07/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Viñales in Aprilia: “Stanno facendo di tutto per me”

Viñales in Aprilia
Viñales in Aprilia: "Stanno facendo di tutto per me". In una intervista Maverick si racconta: dall'addio alla Yamaha all'approdo in Aprilia.

Ad un anno dal brusco addio alla Yamaha, Maverick “Top Gun” Viñales racconta la sua esperienza in Aprilia e di come abbia cambiato il suo modo di vivere la MotoGP. Lo spagnolo, dopo un 2021 ricco di insidie, sta finalmente trovando quel feeling che potrebbe riportarlo sul podio; la zona punti sembra ormai essere scontata ma adesso l’obbiettivo è interpretare al meglio la sua RS-GP per ottenere qualcosa in più.

Fuga da Yamaha

Il numero 12, compagno di squadra di Espargarò, racconta com’è stato l’addio a Iwata e la motivazione che l’ha spinto a prendere quella decisione; il tanto riservato Maverick si apre e finalmente ci aiuta a ricomporre i pezzi del puzzle targato Yamaha. Il rinnovo appena firmato, unito ad un ambiente più sano e sereno all’interno del box Aprilia, fanno tirare un respiro di sollievo a Viñales che racconta:

In Yamaha il mio primo errore è stato non circondarmi di professionisti della mia vita sportiva e anche personale che mi avrebbero aiutato nella vita di tutti i giorni. Mi fidavo erroneamente della famiglia e degli amici e ho sbagliato ma non li biasimo per niente … Li ho scelti io, sia professionisti che amici e familiari. Era fatto tutto con buoni propositi. Tutti hanno lavorato sodo per aiutarmi, sempre con ottime intenzioni. Il problema è che non sono stati i migliori e, inoltre, mi hanno lasciato pensare e decidere cose che non avrei dovuto. Ero molto giovane e la cosa migliore che sapevo fare era guidare. Ero solo il pilota. Tutto il resto mi è sfuggito“. – Maverick Viñales, ex pilota Yamaha ed attuale Aprilia.

Viñales in Aprilia
Photo Credit: MotoGP.com

Dall’addio Suzuki all’addio Yamaha

Non è la prima volta che Maverick dice addio ad un team; ricordiamo infatti che l’allora rookie esordì in top class in sella ad una GSX-RR proprio al fianco dell’attuale compagno Aleix.

“Un altro errore è stato lasciare la Suzuki alla fine del 2016 per firmare con la Yamaha. E’ stato un passo falso ma Yamaha era, allora, la moto di riferimento. Nessuno mi ha fatto capire che non potevo abbandonare il magnifico lavoro che avevo fatto in Suzuki e con Suzuki”. – Maverick Viñales

Viñales in Casa Aprilia

Finalmente lo spagnolo ha trovato la squadra adatta a lui, con una mentalità più aperta e in grado di farlo sentire a suo agio al di là del risultato raggiunto.

“Aprilia sta facendo di tutto per me. Sono italiani e la loro capacità di reazione è immediata, sono molto diversi dai giapponesi. Vanno fuori di testa per aiutarti. Tutto quello che voglio è ricambiare il loro affetto. Sto cercando di creare una buona atmosfera nel box, di conoscere i miei ingegneri e meccanici, voglio avvertire buone vibrazioni, diventare complici, lavorare in armonia. Metto la mia vita nelle loro mani e devono sapere che mi fido ciecamente di loro“. – Maverick Viñales

Viñales in Aprilia
Photo Credit: MotoGP.com

La forza della famiglia

Al termine dell’intervista Maverick riesce ad aprirsi anche dal punto di vista emotivo e familiare, l’arrivo della piccola Nina l’ha decisamente cambiato. Per lui, e come per ogni altro padre al mondo, la sua forza deriva unicamente dalla sua bambina e dalla moglie Raquel, ed è solo grazie a loro se oggi ha ritrovato quella stabilità psicofisica necessaria per essere un campione.

“Ogni giorno, quando guardo negli occhi Nina, so che diventerò un campione, so che realizzerò il mio sogno d’infanzia, perché vedo quel sogno riflesso in quegli occhi puliti. Ogni mattina, quando il suo volto si illumina, penso ‘ce la farò”. – Maverick Viñales

Questo è il Maverick che ci piace, quello vero, il Maverick che ammiriamo, capace di farci sognare e in grado di vincere gare e mondiali. Vogliamo sotterrare quell’immagine di un pilota che slimita per rompere una moto, distruggendo così il lavoro di tante persone.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Andrea Perfetti