10/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

FIA, porpoising 2023: le contromisure ci sono, ma fanno discutere

F1 2023 porpoising
La FIA propone delle modifiche regolamentari per combattere il porpoising nel 2023, infiammando il dibattito tra i team

La FIA ha annunciato quali saranno le misure adottate per far fronte al porpoising nel 2023. Il pacchetto di novità a livello regolamentare, costituito da tre voci fondamentali se si comprende la nuova soglia di carico prevista per i roll bar, si propone di porre un limite al problema che con l’aumento di carico previsto per l’anno prossimo sarebbe potuto essere una costante. In tutto questo, molti team hanno già manifestato delle perplessità.

La FIA interviene sul porpoising per il 2023 con una serie di novità regolamentari

Che una direttiva tecnica in merito al fenomeno del porpoising fosse nell’aria lo si era capito. Ed era anche preventivabile che le contromisure adottate sulle auto 2023 sarebbero state di carattere strutturale. L’unico dato mancante nell’equazione che ingegneri e addetti ai lavori cercavano di risolvere era l’entità precisa del provvedimento. Ed ora che i numeri sono stati svelati, sono in molti ad aver storto il naso.

FIA porpoising 2023
Photo Credit: Vincenzo Borgomeo Twitter

Per essere più precisi, i punti inerenti le modifiche al regolamento tecnico sono tre: due votati all’eliminazione del porpoising e uno all’aumento delle soglie di carico a cui deve essere sottoposto il roll-bar in fase di crash test. Sebbene la terza voce, resa necessaria dal grave incidente in termini di sicurezza che ha visto coinvolto Guanyu Zhou a Silverstone, non contenga ancora valori precisi a cui fare riferimento, i primi due punti sono sufficientemente chiari nelle indicazioni fornite dalla FIA ai costruttori presenti in Formula 1.

LEGGI QUI: “Test roll bar più severi dal 2023”

Cosa prevede la proposta della FIA?

Il primo punto considerato vede un sostanziale sollevamento del “marciapiede” (la sezione di fondo parallela al terreno situata ai lati dello skid centrale) di 25 millimetri rispetto alla quota minima attuale. La modifica ha l’evidente scopo di evitare un completo sigillo dei flussi al di sotto del fondo vettura tramite l’avvicinamento del bordo inferiore all’asfalto. (Nell’immagine sottostante la zona interessata).

FIA porpoising 2023 McLaren
Photo Credit: McLaren Twitter

Il secondo punto prevede invece l’inserimento di due bandelle verticali simmetriche all’interno del diffusore, con l’intento di evitare le fastidiose rotture del flusso in quell’area causate da vortici indesiderati. Oltre alla suddetta applicazione, sarà alzato il punto d’ingresso dell’estrattore posteriore (in evidenza nell’immagine sottostante), sempre sulla stessa linea di quanto detto precedentemente: evitare quelle interruzioni del flusso che sono causa del rimbalzo.

FIA porpoising 2023 Mercedes
Photo Credit: George Russell Twitter

Team pro e contro alle proposte FIA

La Federazione Internazionale ha giustificato le scelte compiute come accorgimenti necessari al miglioramento della sicurezza, riducendo all’osso gli spazi di manovra. Tali questioni, infatti, necessitano di un minimo di otto squadre su dieci affinché le squadre possano attivamente modificare il testo della proposta. Sul fronte dei contrari capeggiano ovviamente Ferrari e Red Bull, i più abili nella lettura delle nuove regole. La squadra del Cavallino Rampante e la casa di Milton Keynes, infatti, sono coloro che meglio riescono a sfruttare l’effetto dei canali Venturi, con altezze da terra ridotte al minimo.

LEGGI QUI: “Red Bull e Horner preoccupati nonostante i problemi in casa Ferrari?”

Mercedes ha manifestato molte più difficoltà in questo avvio di stagione, spesso dovendo ricorrere ad assetti eccessivamente rigidi e ad altezze da terra frutto di compromessi. Appare chiaro quindi che la modifica regolamentare sia vista dal team tedesco come un’opportunità per chiudere il gap dal vertice. Ad ora lo schieramento delle squadre di F1 sembra diviso in due fazioni, con sei squadre contrarie e quattro favorevoli. Come quasi sempre accade in Formula 1, anche questa tematica probabilmente chiarirà il peso politico attuale dei vari team coinvolti, specie per quel che riguarda modifiche regolamentari tanto rilevanti e polarizzanti.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Francesco Corona

About Post Author