17/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

F1 2022, Top&Flop piloti: i nostri pareri al giro di boa

F1 Top Flop piloti Podio
Il Circus della F1 si ferma per la pausa estiva, dandoci il via libera per il primo Top e Flop piloti di quest'anno

Il campionato di F1 2022 si appresta ad andare in vacanza nel mese di agosto; quale miglior occasione quindi per analizzare i Top e Flop tra i piloti di questa stagione, arrivata alla tredicesima gara su 22. La classifica mondiale parla chiaro, con un Verstappen ormai lanciato verso il suo secondo titolo. Non mancano certo le note negative, con alcune prestazioni individuali che non hanno rispettato le attese di inizio campionato.

F1 2022 i Top ed i Flop piloti: la santissima trinità della prima metà di stagione

Max Verstappen, Red Bull Racing

Impossibile non indicare nel campione del mondo in carica il migliore di questa prima parte del mondiale 2022. 8 gare vinte su 13 disputate, un mondiale che ormai può perdere solo lui e una squadra alle spalle che finora non ha sbagliato niente. A sorprendere però, oltre all’innata velocità che di certo non si scopre oggi, è l’atteggiamento in gara di Max Verstappen. La foga che fino all’anno scorso ha caratterizzato la sua azione in pista, quando ogni pertugio era per lui un varco da sfruttare incurante dei rischi, ha lasciato il posto a una nuova consapevolezza, probabilmente dovuta anche alla vittoria iridata. Il fenomeno olandese non lascia mai punti per strada, ottimizzando il risultato quando la vettura o le circostanze non gli consentono di ambire al successo. Mancano ancora 9 Gran Premi, ma questo voto sa di definitivo.

F1 Top Flop piloti Verstappen Ungheria
Photo Credit: Red Bull Content Pool

George Russell, Mercedes

Al via della stagione il suo era senza dubbio uno dei nomi più attesi, con un cambio di team e soprattutto di aspettative che avrebbe spezzato le gambe a molti. A molti si, ma non a George Russell, che sulla freccia d’argento dimostra la stessa classe che fino ad ora l’aveva contraddistinto in Williams. Il talento alla guida non è mai stato in discussione, ma a far stropicciare gli occhi è l’incredibile costanza di rendimento del talento di casa Mercedes: sempre a punti nel 2022 tranne che nel gran premio di casa. A ciò vanno poi aggiunti cinque terzi posti, risultato non banale quando al via dei Gran Premi sai che almeno altri quattro piloti avranno un’auto più veloce della tua. Il giovane inglese concretizza ogni possibilità e per giunta stacca di 12 punti in classifica l’ingombrante compagno di squadra.

F1 Top Flop piloti George Russel Ungheria
Photo Credit: Mercedes-AMG Motorsport Twitter

Kevin Magnussen, Haas

Probabilmente quella del pilota danese è la vera favola di questa prima metà di campionato. La sua vicenda mostra quanto forte possa essere il richiamo della F1 per un pilota, tanto forte da rinunciare ad un ruolo ufficiale in Peugeot e al sogno della Le Mans per approdare alla cenerentola del gruppo. In seguito all’appiedamento istantaneo di Nikita Mazepin per motivi ormai noti, Magnussen sale sulla sua Haas appena prima dei test ufficiali in Bahrain, dopo aver saltato il prologo iniziale a Barcellona. Le aspettative non sono alte, ma dall’ambiente filtra ottimismo per quel che riguarda le prestazioni dell’auto. Ottimismo che si concretizza definitivamente all’appuntamento inaugurale, con un incredibile quinto posto al traguardo. Ad esso seguiranno altri quattro piazzamenti in zona punti e un vantaggio in classifica di dieci lunghezze sul compagno di squadra.

F1 Top Flop piloti Kevin Magnussen
Photo Credit: Haas Twitter

F1 2022 Top e Flop piloti: i rimandati a settembre

Daniel Ricciardo, McLaren

La speranza da parte di tutti era che quella dell’anno scorso fosse solo una parentesi isolata, un (seppur complicato) anno di adattamento alla nuova squadra. La spirale negativa in cui si è andato a infilare Daniel Ricciardo sembra non avere fine. Il feeling con la vettura è quasi inesistente e non bastano le difficoltà tecniche riscontrate dal team a giustificare delle prestazioni tanto negative. La cattiveria agonistica del gran pilota a sprazzi viene fuori, ma il confronto con chi guida la sua stessa monoposto è impietoso, con Lando Norris che ha quasi quattro volte il quantitativo di punti dell’australiano. La recente fiducia rinnovatagli dal team a questo punto è poco più che una magra consolazione. Vedremo se saprà invertire la tendenza nella seconda metà di campionato.

F1 Top Flop piloti Ricciardo McLaren
Photo Credit: f1.com

Guanyu Zhou, Alfa Romeo Ferrari

Il giovane dell’Alfa Romeo ha iniziato la stagione positivamente, conquistando un punto alla gara inaugurale. Da lì in poi però la stagione ha riservato poche soddisfazioni al portacolori dell’Alfa Romeo, che oltre a un ottavo posto non ha raccolto nessun altro piazzamento tra i primi dieci. Il giudizio su Zhou (coinvolto oltretutto in un grave incidente nel GP di Gran Bretagna) è influenzato sia dalle prestazioni della sua vettura che del suo compagno di squadra: l’Alfa motorizzata Ferrari, nonostante una leggera flessione negli ultimi appuntamenti, si è spesso mostrata competitiva, col finlandese capace di sfruttarne a pieno il potenziale. Sono 46 infatti i punti totalizzati dall’ex Mercedes, contro i 5 messi in cascina dal suo più giovane compagno di squadra. Per di più anche il confronto con Mick Schumacher, suo diretto rivale ai tempi della F2, lo vede nettamente sconfitto.

F1 Top Flop piloti Guanyu Zhou
Photo Credit: Alfa Romeo F1 Team Twitter

Nicholas Latifi, Williams

Il motorsport è forse la disciplina che più di tutte riesce a generare momenti indimenticabili, spesso descritti con termini più vicini all’epica che allo sport. Ecco, risulta evidente quindi che per un pilota essere ricordato principalmente per aver provocato una safety car decisiva nell’assegnazione del titolo non può essere considerato un fatto positivo. Quella che doveva essere per il canadese la stagione del riscatto, si sta dimostrando invece l’ennesima conferma di un livello forse non adeguato alla categoria. Un peccato, in primis per lui, ma probabilmente anche per la Formula 1 stessa, che meritocratica raramente lo è stata, ma che forse dovrebbe lavorare in tal senso. Unico ancora a zero punti in classifica (insieme a Hulkenberg per ovvi motivi).

F1 Top Flop piloti Latifi Ungheria
Photo Credit: Williams Racing Twitter

LEGGI: “Classifice piloti e costruttori di F1 aggiornate”

Ascolta Paddock GP

Ascolta l’ultima puntata di Paddock GP in cui Raffaello Caruso, Chiara Zambelli e Gabriele Bassi hanno commentato il GP d’Ungheria col pilota Matteo Nannini.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Francesco Corona

About Post Author