01/10/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Raffaele Marciello: “In Mercedes Hamilton e Russell hanno motivazioni diverse”

raffaele marciello mercedes
Assieme a Raffaele Marciello, ospite nella puntata di Paddock GP, abbiamo parlato di Mercedes e delle diverse motivazioni dei due piloti.

Il GP del Belgio si concluso con un risultato dolceamaro per il team guidato da Toto Wolff. Da una parte George Russell ha confermato ancora una volta la sua costanza, giungendo quarto al traguardo. Dall’altra invece Lewis Hamilton ha commesso un errore, uno dei pochi del sette volte iridato, che gli è costato il ritiro. Nella puntata di Paddock GP, assieme al nostro ospite Raffaele Marciello, abbiamo parlato della Mercedes e dei suoi due piloti.

LEGGI: “Le dure parole di Toto Wolff al termine del GP del Belgio”

Raffaele Marciello: “Alla Mercedes manca molta velocità di punta”

L’inizio del mondiale 2022 ha mostrato una Mercedes in difficoltà, non più dominatrice come aveva abituato negli ultimi anni. Il team di Brackley, gara dopo gara, è riuscito a recuperare una monoposto complicata, avvicinandosi in classifica ad una Ferrari ancora acerba per la lotta al titolo. I risultati ottenuti però non bastano ad una Mercedes che per vincere deve cambiare qualcosa. Ecco cosa ci ha detto Raffaele Marciello.

raffaele marciello mercedes
Photo Credit: Mercedes F1 Media Site

“Non so se devono concentrarsi sul 2023, dipende se vogliono provare ad arrivare secondi o finire terzi. La macchina ora non sembra male, manca tanta velocità sul dritto; non penso sia a causa del motore. Il problema principale della Mercedes è questa grande mancanza. Non so se è il progetto sbagliato e se devono tornare indietro; sicuramente se vogliono vincere non possono continuare così il prossimo anno. Se la Ferrari continua a commettere errori deve stare attenta; Spa è stata magari una gara negativa, penso che la macchina resti comunque superiore alla Mercedes”. – Raffaele Marciello

Hamilton-Russell: le diverse motivazioni di casa Mercedes

Il mondiale disputato da George Russell fino a questo momento ha messo in luce il talento e la grande costanza del giovane pilota inglese. Una posizione, quella di Russell, mentalmente più tranquilla rispetto a quella del compagno. Lewis Hamilton è infatti arrivato sognando la rivincita dallo scorso anno; uno scenario che poi non si è avverato, creando forse qualche difficoltà al sette volte iridato. Insieme a Raffaele Marciello abbiamo parlato dei due piloti del team guidato da Toto Wolff.

raffaele marciello mercedes
Photo Credit: Mercedes F1 Media Site

“Sono motivazioni diverse secondo me. Russell sta facendo il compito molto bene; sanno che il mondiale non lo può vincere, quindi lui può guidare più tranquillo anche arrivando fuori dal podio. Hamilton che invece viene da sette mondiali vinti e da quello perso all’ultimo lo scorso anno, magari riesce meno ad accettare il fatto che non può combattere e dunque prova cose già aggressive. Russell possiamo dire che può anche accontentarsi; è il primo anno, non può vincere e dunque non deve dimostrare nulla. Hamilton invece prova a dimostrare qualcosa e poi magari accadono episodi come quello di Spa”. – Raffaele Marciello

LEGGI: “GP Belgio, Mercedes: alla ricerca della vittoria perduta”

Ascolta Paddock GP!

Nell’ultima puntata di Paddock GP, Raffaello Caruso, Chiara Zambelli e Gabriele Bassi hanno commentato il GP del Belgio assieme al vincitore della 24 Ore di Spa, Raffaele Marciello.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport.

Chiara Zambelli

About Post Author