06/10/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Calendario di F1 a sorpresa: i team contro la FIA

calendario f1 team fia
Dopo l'annuncio del calendario di F1, i team si sono arrabbiati con la FIA; non solo è arrivato a sorpresa, ma è mancata un'approvazione.

Pochi giorni fa la Federazione ha annunciato l’approvazione ufficiale delle tappe per il prossimo mondiale di F1. Il calendario del 2023, che conta ben 24 appuntamenti, ha sorpreso tutti, team compresi che di conseguenza si sono arrabbiati con la FIA. Secondo quanto emerso, non solo il comunicato è arrivato senza preavviso e prima del previsto, ma è mancata anche l’approvazione di una delle due triplette.

LEGGI: “Confermato il calendario 2023: saranno 24 i GP presenti”

Calendario F1: l’annuncio a sorpresa della FIA indispone i team

Nella giornata di martedì 20 settembre, la Federazione ha approvato il calendario per la prossima stagione di F1. Un annuncio giunto a sorpresa e che non è stato ben visto né dai team né dalla stessa F1. Secondo quanto riportato dal The Guardian e da diverse altre fonti, il programma per il mondiale 2023 era atteso, di comune accordo, per la giornata di venerdì. La FIA ha invece confermato a sorpresa quelle che saranno le 24 tappe che i team dovranno affrontare il prossimo anno.

Il gesto è parso come uno presa di posizione nei confronti di Liberty Media; una sorta di schiaffo volto a rivendicare il proprio territorio. A rimanere infastiditi dall’atteggiamento della Federazione sono però stati anche i team. Un comportamento che da alcuni è stato ritenuto inaccettabile. Il mancato preavviso non è infatti l’unica cosa che ha dato fastidio. Secondo quanto emerso in questi giorni infatti una delle due triplette presenti in calendario necessitava dell’approvazione, mai avuta, dei team.

regole power unit 2026
Photo Credit: FIA Twitter

Tra i 24 appuntamenti del 2023, oltre ad una mancata organizzazione per Paesi nonostante le promesse fatte, saltano all’occhio le due triplette presenti. La prima coinvolge Imola, Monte Carlo e Barcellona, mentre la seconda è oltreoceano con i GP di Stati Uniti, Messico e Brasile uno consecutivo all’altro. Quest’ultima triple-header sarebbe quella incriminata, visto che la Federazione ha scavalcato i team non chiedendo l’approvazione. I già tesi rapporti con la FIA rischiano così di peggiorare; uno scenario decisamente negativo in vista del lungo cammino che si affronterà il prossimo anno.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport.

Chiara Zambelli

About Post Author