08/12/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GP Giappone, Jack Miller trionfa nel giorno delle occasioni perse

gp giappone miller ducati
Jack Miller conquista il GP del Giappone a Motegi dominando in lungo ed in largo per tutta la gara. I pretendenti al titolo bocciati in toto.

Il GP del Giappone a Motegi ci ha consegnato il miglior Jack Miller di tutta la sua carriera. L’australiano ha sfruttato al massimo la giornata no dei contendenti al titolo, imponendosi già nelle prime fasi di gara fino a costruire un gran vantaggio sul suo primo inseguito Brad Binder. Al contrario Fabio Quartararo, l’unico a punti visti gli zero di Bagnaia ed Aleix Espargaro, non ha per nulla sfruttato la ghiotta occasione che aveva in mano.

LEGGI: “Scopri gli orari italiani della diretta e della differita del GP della Thailandia”

Miller pigliatutto a Motegi: l’australiano domina il GP del Giappone

Che weekend da incorniciare per Jack Miller, partito perfettamente già dal venerdì quando chiuse al comando il turno di prove libere nonostante fosse stato rallentato nel suo giro veloce. Il sabato caratterizzato dalla pioggia storicamente sua amica, lo relega al 7° posto in qualifica mentre il suo compagno Bagnaia si classificava 12°. È questo il momento più grigio del weekend che non gli permette di guadagnarsi un 10 pieno. Il riscatto parte già la domenica mattina con un ottimo Warm Up, sfruttato magistralmente per comprendere le gomme da utilizzare.

gp giappone miller ducati
Photo Credit: MotoGP Official Website

In gara spreme e gestisce la doppia hard alla perfezione, scattando bene ed iniziando ad infilare i suoi avversari uno dopo l’altro. Come se non bastasse, in una staccata sorpassa due piloti non da poco: Marc Marquez e Miguel Oliveira in un colpo solo!. Suo anche il giro veloce della gara, rifilando a Brad Binder ben 3.4 secondi sulla bandiera a scacchi che potevano essere ben di più se non si fosse rilassato nel finale. Miller dimostra la sua grande adattabilità in un weekend atipico: questo sua versione cannibale serve come il pane nel finale di stagione: voto 9 per Thriller Miller.

Fabio Quartararo anonimo in Giappone, ma i suoi rivali non sono da meno

La domenica dei pretendenti al titolo è una di quelle giornate da dimenticare alla svelta. Dopo il sabato delle qualifiche del GP del Giappone, quello messo meglio sembrava Aleix Espargaro. Il suo team decide però di sbagliare sul più bello, costringendolo a partire dai box ed incassare il primo zero stagionale. Quartararo guadagna una misera posizione dopo la partenza dalla 9^ casella: la sua Yamaha non aiuterà nei sorpassi, ma tutti si aspettavano un passo gara più importante da parte del francese, che sull’asciutto aveva dimostrato ben altro il venerdì e nel Warm Up della domenica.

gp giappone quartararo bagnaia
Photo Credit: MotoGP Official Website

Stesso discorso per Bagnaia e Bastainini: i due ducatisti si trovano in difficoltà in mezzo al gruppo, non riuscendo a guadagnare posizioni per quasi tutta la gara. Sul finale Bagnaia si stende nel tentativo di sorpassare Quartararo, scivolando da -10 a -18 nella corsa al titolo (passo falso ancora recuperabile, ma per l’italiano non esiste più margine di errore). Bastianini non riesce neanche a provarci, scivolando a -49 punti. Insomma, ogni pretendente al titolo ha perso una ghiotta occasione nella domenica nipponica. L’unico che può leggermente sorridere è El Diablo, ma il suo voto rimane basso: 4 al francese. Giudizio che sarebbe da estendere anche a Bagnaia, Bastianini ed al box Aprilia. Anzi, loro meriterebbero anche meno.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport

Riccardo Zoppi

About Post Author