01/10/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GP Italia, Mercedes: i guerrieri delle Frecce

mercedes gp italia
Il GP d'Italia ha donato a Mercedes un altro solido risultato, con Russell terzo e Hamilton quinto dopo una fantastica rimonta dal fondo.

Il sipario è calato su un’altra tappa del mondiale di F1, la numero sedici, corsa a Monza. Nonostante il finale di gara non abbia regalato l’emozione della ripartenza, il GP d’Italia ha visto una Mercedes confermarsi, ancora una volta, ai vertici della classifica. George Russell ha colto un altro podio, giungendo giungendo terzo alla bandiera a scacchi, mentre Lewis Hamilton ha chiuso al quinto posto dopo essere partito dalla penultima posizione.

LEGGI: “Le parole di Lewis Hamilton al termine del GP d’Italia”

GP Italia, Mercedes: Frecce costanti

Le prospettive per il weekend del GP d’Italia non erano delle migliori in casa Mercedes. Il tracciato di Monza, sommato ad alcune mancanze che le W13 hanno mostrato, non sembrava infatti a favore del team di Brackley. I due piloti delle Frecce d’Argento si sono però resi autori di un buon weekend, mostrando tutta la loro combattività nonostante fosse complicato ripetere le prestazioni olandesi. Le tante penalità piovute sul tracciato italiano hanno poi favorito la risaluta di Russell in griglia, mentre il sette volte iridato ha dovuto guardare ben diciotto vetture davanti a sé in partenza.

Il giovane pilota inglese, come ormai ha dimostrato di saper fare da inizio anno, ha chiuso la gara con un altro risultato frutto di una costanza invidiabile. Il terzo posto alla bandiera a scacchi, nonostante la veloce risalita di Sainz alle sue spalle, ha permesso a Russell di conquistare punti importanti sia per se stesso che per il team. Nonostante una pista non favorevole alla W13, il numero 63 del team di Brackley ha provato la magia ad inizio gara, cercando poi di tenere il passo di una Red Bull ancora imprendibile e di una Ferrari che a Monza si è dimostrata superiore.

mercedes gp italia
Photo Credit: Mercedes F1 Media Site

Gara diversa quella vissuta da Lewis Hamilton, ma con un risultato egualmente degno di nota. Partito diciannovesimo a causa della penalità in seguito all’uso della quarta power unit, il sette volte campione del mondo ha atteso prima di iniziare la rimonta fino alla quinta posizione. Un avvio di gara quasi nell’ombra per il campione inglese, comunque in grado di tirare fuori ogni grammo del sui talento per dimostrare che la fame di vittorie ancora non è stata persa.

Ri…Monza possibile

Sei gare al termine di una stagione che, all’inizio, sembra non poter riserbare gioie in casa Mercedes. Sei gare per quella vittoria ancora lontana; sei gare per un secondo posto Costruttori invece più alla portata. Non poter vincere infatti non per forza deve significare mollare la presa. Una condizione sconosciuta in casa Mercedes e con cui, in questo 2022, si è spesso dovuta scontrare. Il lavoro col tempo ha dato i suoi risultati, portando il team di Brackley anche a ridimensionare i propri obiettivi a quel secondo posto non così lontano.

mercedes gp italia
Photo Credit: Mercedes F1 Media Site

L’altalena di risultati e, soprattutto, di prestazioni sembra ormai destinata a finire, anche in vista di un 2023 in cui Mercedes sarà chiamata a tornare in alto. Una strada complicata da trovare, spesso offuscata dai dubbi che le W13 lasciavano in pista, tanto da indurre anche Lewis Hamilton a diffidare di una possibile buona rimonta sul tracciato di Monza. Un’impresa che il sette volte iridato è riuscito a compiere non solo grazie a quel talento cristallino che ha sempre mostrato, ma anche grazie ad una W13 che sembra aver smesso di fare troppi capricci.

Direttiva Tecnica influente o meno, il team di Brackley ha comunque sempre avuto dalla sua parte la grande costanza dei suoi piloti. Sia Russell che Hamilton non hanno infatti mai vacillato in pista, nonostante le basse aspettative che spesso aleggiavano nelle loro menti alla vigilia dei weekend di gara. Ecco dunque che, accantonata l’idea di poter agguantare il primo posto, il team guidato da Toto Wolff ha messo nel mirino quella seconda posizione attualmente colorata di rosso. Uno scopo che, se raggiunto, mostrerebbe ancora una volta quanto la pazienza e la forza di volontà a volte contino di più di quei cavalli sprigionati in pista.

LEGGI: “Toto Wolff dalla parte della FIA: non era da bandiera rossa”

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport.

Chiara Zambelli

About Post Author