06/10/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

La F1 fallisce nel creare un calendario fatto da gare raggruppate per zone

f1 calendario gare
Nonostante l'ufficialità del calendario di F1 2023, non mancano le polemiche legate alla gestione delle gare nell'arco della stagione

È stato ufficializzato in questi giorni il calendario di F1 per il 2023. Oltre al numero di 24 gare che fa discutere anche gli stessi team, la Formula 1 stessa si è trovata in enorme difficoltà nel cercare di raggruppare le gare della stagione a zone. Di seguito vediamo il perché.

La F1 è bloccata con un calendario disorganizzato

Sono tanti gli sforzi che tutta la Formula 1 sta impiegando per combattere le emissioni ambientali di questo sport e oltre ai cambiamenti futuri sui motori, nelle ultime settimane c’è stato un interessamento anche a quello che è il contorno di questo favoloso sport, la logistica. Si è visto che se tutta la F1 viaggiasse in maniera intelligente attraverso tutti gli appuntamenti del calendario, si potrebbero dimezzare sicuramente le emissioni ambientali. Proponendo un calendario organizzato secondo zone geografiche l’impatto diminuirebbe drasticamente. Dall’America all’Europa, attraversando il Medio Oriente e l’Asia, si potrebbe avere un calendario “responsabile” in termini ambientali.

f1 calendario gare
Photo Credits: F1 Twitter

Il problema della F1 però è la stessa F1. Ci sono alcuni circuiti che hanno firmato accordi pluriennali se non decennali in alcune eccezioni. Saltano in mente subito il Qatar e l’Arabia Saudita che rientrano in questa categoria. È utile ricordare che quando un circuito firma un accordo con la Formula 1, non si assicura tra le tante cose solo il posto all’interno del calendario, ma soprattutto il posto in quel momento preciso dell’anno.

LEGGI: GP Singapore: Max Verstappen campione del mondo se…

È noto che gli appuntamenti che aprono e chiudono la stagione sono soggetti a prezzi più alti per un posto nel mondiale. Proprio per il fatto che alcuni circuiti abbiano già firmato accordi importanti anche dal punto di vista economico, la F1 si è trovata insabbiata nelle proprie terre senza poter sviluppare un piano per il prossimo anno. Vedremo se per i prossimi anni si riuscirà a trovare una soluzione per contribuire alla salvaguardia del nostro pianeta.

Ascolta Paddock GP!

Nell’ultima puntata di Paddock GP Raffaello Caruso, Chiara Zambelli e Gabriele Bassi hanno commentato il GP d’Italia assieme al giornalista ed autore Umberto Zapelloni.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport

Jason Bruno

About Post Author