24/09/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Polemiche sul caso Colton Herta: F1 con regole troppo severe o puro business?

polemiche colton herta f1
Il no detto dalla FIA allo sconto sulla SuperLicenza di Colton Herta ha generato polemiche non solo dal mondo IndyCar ma anche dalla F1.

Dopo il caso Oscar Piastri, a tenere banco in F1 è giunto un altro caso, ovvero quello con protagonista Colton Herta. Il pilota IndyCar ha infatti suscitato l’attenzione del team AlphaTauri, pronta a sostituire Pierre Gasly. I punti mancanti per ottenere la SuperLicenza hanno però fermato il possibile ingresso di Colton Herta in F1, creando di conseguenza alcune polemiche importanti. Il Circus ha regole troppo severe o si tratta di decisioni legate al solo business?

LEGGI: “Gasly sempre più in Alpine, De Vries si avvicina ad AlphaTauri”

Colto Herta escluso dalla F1: le polemiche dal mondo IndyCar

Dopo quanto avvenuto nella pausa estiva, il mercato piloti ha preso una strada diversa da quella immaginata. Tra i tanti nomi spuntati nelle liste dei possibili candidati, anche quello di Colton Herta aveva fatto il suo debutto. Il pilota IndyCar ha infatti suscitato il grande interesse di AlphaTauri, pronta a rimpiazzare Pierre Gasly, sempre più diretto in Alpine. La situazione non si è però rivelata cristallina. Herta non possiede infatti i punti necessari per ottenere la SuperLicenza; un problema che Helmut Marko ha provato ad ovviare chiedendo uno sconto alla FIA. Favore che non è stato concesso per il timore di creare un possibile precedente.

polemiche colton herta f1
Photo Credit: Colton Herta Twitter

La motivazione legata al solo rispetto delle regole non è però stata ben accolta nel mondo IndyCar. Diverse infatti sono state le polemiche giunte da oltreoceano contro una F1 che appare più legata ai soldi che al talento. Tra questi anche Graham Rahal, veterano della competizione americana; Rahal ha infatti accusato il Circus di non volere i piloti americani di talento, ma di cercare oltreoceano solo i soldi che i ricchi americani e le loro aziende possono portare in F1.

A Rahal ha fatto eco anche un’ex conoscenza del Circus, ovvero Alexander Rossi. Il pilota, attualmente impegnato in IndyCar con il team Andretti, ha infatti pubblicato un personale sfogo sui propri canali social. Il sistema della SuperLicenza dovrebbe evitare di comprarsi un sedile in F1, premiando invece il talento; un’idea nobile e corretta che, di fatto, sembra non avvenire realmente. Rossi ha infatti sottolineato che in F1, e nel motorsport, è spesso il denaro a prevalere sul talento, rendendo di fatto puro business quello che è uno sport.

Caso Colton Herta: anche Zak Brown contro la FIA

Lo sconto sulla SuperLicenza non concesso dalla Federazione nei confronti di Colton Herta ha così costretto AlphaTauri e red Bull ad abbandonare tale strada. L’esclusione del pilota IndyCar non ha però sollevato polemiche solo oltreoceano. Dallo stesso mondo della F1 è infatti giunta una critica pesante nei confronti di un metodo, quello dei punti per la SuperLicenza, che sembra non funzionare più. A dar voce a questo pensiero è stato infatti Zak Brown, CEO della McLaren, team con cui Herta ha anche effettuato un test con la monoposto del 2021.

Photo Credit: Colton Herta Twitter

Brown si è detto ovviamente d’accordo con il voler rispettare le regole attualmente in vigore, chiedendosi però se esse siano giuste. Secondo il CEO della McLaren l’intero sistema della SuperLicenza è un punto su cui l’attuale presidente della Federazione deve lavorare per cambiare alcune cose. Zak Brown ha poi portato l’esempio di Kimi Raikkonen e di Max Verstappen, due piloti campioni del mondo che con il sistema della SuperLicenza non avrebbero visto la luce in F1. Un aspetto su cui conviene riflettere perché il talento, spesso e volentieri, non si trova all’interna della valigia economica che un pilota può portare con sé.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport.

Chiara Zambelli

About Post Author