08/12/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Virtual Safety Car verso l’addio in F1?

virtual safety car f1
Dopo alcune discussioni, la F1 potrebbe decidere di abbandonare la Virtual Safety Car per affidarsi totalmente alla sola Safety Car.

Il mondiale di F1 si appresta ad andare nuovamente in scena con il GP di Singapore, prima delle ultime sei gare del campionato. Nel frattempo il Circus, i team e la FIA sono al lavoro per il futuro; l’approvazione delle regole per i motori 2026 e quella per le modifiche del 2023 sono stati infatti i primi passi. Dopo la pubblicazione del lungo calendario e il benestare per le sei Sprint del prossimo anno, altre opzioni sono in sede di discussione. Tra queste, la Virtual Safety Car sembra essere vicina all’addio in F1.

LEGGI: “Saranno sei le Sprint nel mondiale 2023”

Virtual Safety Car: la F1 pensa di abbandonarla

Negli anni la F1 ha adottato molteplici sistemi volti a garantire la sicurezza nelle sessioni in pista. Le ultime introduzioni hanno così portato nel Circus elementi come la Virtual Safety Car e l’Halo. Se quest’ultimo, nonostante le lamentele iniziali legate all’estetica, ha poi riscosso grande successo vista la sua enorme funzionalità, lo stesso discorso non può essere fatto per la VSC.

Introdotto nel 2015, tale regime non ha mai soddisfatto i protagonisti della F1, riscontrando anche parecchio dissenso tra il pubblico. Il maggiore problema della Virtual Safety Car è quello legato ai distacchi in pista; spesso si sono infatti visti gap notevolmente ridotti rispetto a quanto era stato guadagnato prima dell’esposizione della VSC. Una situazione che piloti e team non hanno mai gradito, soprattutto nei casi in cui le distanze venivano visibilmente ridotte dalle vetture inseguitrici.

safety car colpa team
Photo Credit: Twitter

La futura nuova F1 sembra dunque sul punto di apportare altri cambiamenti. Secondo quanto riportato da Auto Motor und Sport, la Virtual Safety Car potrebbe essere oggetto di discussione e revisione, rischiando anche l’addio da quello che è l’attuale format in pista del Circus. La continua ricerca dello spettacolo appare come il principale movente dell’ipotetica scelta. Non è un segreto infatti che la Safety Car crei momenti più avvincenti della collega virtuale. La direzione potrebbe dunque mantenere la sola vettura di sicurezza fisica, con alcuni punti da rivedere anche in questo caso. Le vicende di Abu Dhabi 2021 e Monza 2022 sono infatti episodi da non ripetere, motivo per cui le regole sulla SC necessitano di essere riviste.

LEGGI: “GP Singapore: il programma del weekend”

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.
🎮 Twitch, streaming sulle cronache live delle gare e sul mondo videoludico del motorsport.

Chiara Zambelli

About Post Author