01/12/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Gara F1 GP Abu Dhabi: Verstappen vince anche sul finale, Leclerc 2° nel Mondiale

Gara F1 GP Abu Dhabi
Gara F1 GP Abu Dhabi, Max Verstappen vince sul circuito di Yas Marina, sul podio Charles Leclerc e Sergio Perez.

Max Verstappen vince il GP di Abu Dhabi. La vittoria è la sua quindicesima della stagione 2022, che ha dominato in lungo e in largo proprio fino al suo finale a Yas Marina. Finisce con un comodo margine davanti alla Ferrari di Charles Leclerc e alla Red Bull di Sergio Perez. I due sono stati in lotta fino all’ultimo per il secondo posto, sia in pista che nel campionato piloti, ma alla fine è stato Leclerc ad uscirne vincitore. Ultima gara della carriera anche per Sebastian Vettel, che riesce a conquistare il suo ultimo punto in Formula 1.

LEGGI: Qualifiche GP Abu Dhabi: Verstappen domina il caos

Gara F1 GP Abu Dhabi: ottima partenza di Red Bull, lotta tra Sainz e le Mercedes

Ottima partenza di entrambe le Red Bull: Sergio Perez in curva 1 tira una lunga staccata a Verstappen, che però chiude la porta e si mette a condurre la gara. Non benissimo invece per Carlos Sainz che perde la quarta posizione su Lewis Hamilton, nonostante il tentativo di sorpasso nel secondo giro sul pilota Mercedes. Affonda la staccata e forza Hamilton a tagliare la curva successiva come aveva fatto l’anno precedente proprio Hamilton con Verstappen, ma rimane di fatto in quinta posizione. Charles Leclerc ha una partenza pulita e si accoda a Perez e Verstappen, mentre nelle retrovie Norris supera Russell ed è in sesta posizione. Un paio di giri dopo, Hamilton è costretto con un team radio a lasciare la posizione a Sainz, che all’apice di curva si trovava davanti, e nonostante tutto la riguadagna un paio di curve più avanti.

Il primo stint vede Sainz a sandwich tra le due Mercedes. Dapprima Russell supera Norris, mentre Hamilton segna dei tempi che lo rendono il più veloce in pista. Poi, con un calo delle prestazioni delle due frecce argento, il pilota Ferrari riesce finalmente a fare sua la quarta posizione. Dietro il gruppo di testa, con Verstappen che al giro 14 ha già un margine di 4 secondi su Perez, troviamo un ottimo Vettel al suo ultimo GP, che difende la nona posizione davanti ad Alonso e riesce quasi ad attaccare l’Alpine di Ocon.

Giochi di strategie e di incastri sui pit stop

Il giro 15 segna l’inizio della danza dei pit stop per tutte le scuderie: primo a fermarsi Ocon, seguito da Perez (che perde la seconda posizione su Leclerc, nel frattempo avvicinatosi pericolosamente al pilota messicano), Russell, Norris e Zhou. All’uscita dei box, Perez esce davanti alla coppia Vettel-Alonso, con l’Aston Martin numero 5 che però riesce a superarlo in pista. Si ferma anche Carlos Sainz, che monta gomma bianca: saranno cruciali quindi da monitorare i tempi dello spagnolo per la strategia del compagno di squadra Charles Leclerc.

Russell Norris GP Abu Dhabi
Photo Credit: Formula 1 Twitter

Lewis Hamilton accusa danni al fondo: il canale venturi si è probabilmente rovinato nella battaglia dei primi giri con Sainz. Il giro 21 marca il pit stop del leader della corsa Max Verstappen, mentre Leclerc si ferma nel giro successivo, uscendo proprio davanti al compagno di squadra. Posizioni invariate dopo il primo pit stop per le due scuderie di testa: Verstappen e Perez prima, Leclerc e Sainz poi. Sebastian Vettel è l’unico a non essersi fermato a metà della corsa, con ogni probabilità su una strategia ad una sosta. Quando si ferma, al giro 27, rientra in diciannovesima posizione, dietro un’opaco Gasly in lotta con Kevin Magnussen.

Nel giro successivo, il 28, Fernando Alonso viene richiamato in pit lane dalla scuderia, si deve fermare a causa di un problema tecnico. Finisce così la sua gara che stava conducendo da una buona decima posizione. Nel gruppo di testa, Leclerc riesce a limare lo svantaggio che ha su Perez, con i primi quattro da Verstappen a Sainz distaccati in modo molto equilibrato.

Perez e Leclerc giocano al gatto col topo, Verstappen scappa

Nel giro 34 Sergio Perez entra per una seconda sosta molto anticipata, dopo soli 18 giri con la gomma dura. A Leclerc viene dato l’ordine opposto, quindi rimane in pista dato che ha anche un set di gomme molto più fresco. Il pilota Red Bull esce in sesta posizione, dietro ad entrambe le Mercedes che oggi sembrano avere un buon passo. Verstappen nel frattempo cerca di gestire gli pneumatici più che può per mantenere il vantaggio di 5 secondi che ha su Leclerc, correntemente secondo. La strategia di Leclerc sembra quindi consolidarsi ad una sosta, quando mancano ormai 20 giri al termine.

Nel giro 39 contatto tra Latifi e Schumacher con il pilota Williams tamponato e costretto a ritirarsi in quella che anche per lui è l’ultima gara in Formula 1. Successivamente si fermano Sainz e Russell in sequenza, e lo spagnolo torna in pista proprio dietro a Perez, potendo tentare di rallentarlo per favorire il compagno di squadra. Siamo al giro 45, e Perez è riuscito a superare Russell e Hamilton, che però non vuole rendergli la vita facile e lotta con tutto ciò che ha per non farsi fregare dalla Red Bull numero 11.

A dieci giri dalla fine, Perez si trova a 9 secondi dalla Ferrari di Leclerc. La lotta tra i due si fa serrata, dato che in palio c’è il secondo posto in classifica. Il monegasco deve difendersi, mentre il rivale deve macinare secondi su secondi per recuperarlo. Al giro 52 il distacco è di 6 secondi, al giro 55 di 3. Nel frattempo Sainz riesce a segnare un giro da qualifica dopo l’altro fino ad arrivare a prendere la quarta posizione su Hamilton, che rallenta improvvisamente a causa di problemi con il cambio ed è costretto a ritirarsi. Appena prima della fine, Perez ha Leclerc a tiro e potrà usare il DRS nell’ultimissimo giro della stagione. Nonostante tutto, Leclerc tiene duro e si prende il secondo posto dietro Max Verstappen nel mondiale e nel GP di Abu Dhabi, negando una doppietta alla Red Bull.

Gara F1 GP Abu Dhabi: la classifica

POSIZIONEPILOTATEAMTEMPOPUNTI
1M. VerstappenRed Bull25
2C. LeclercFerrari+8.719
3S. PerezRed Bull+10.015
4C. SainzFerrari+24.712
5G. RussellMercedes+34.110
6L. NorrisMcLaren+54.88+1
7E. OconAlpine+57.06
8L. StrollAston Martin+75.34
9D. RicciardoMcLaren+82.22
10S. VettelAston Martin+83.31
11Y. TsunodaAlphaTauri+86.80
12A. AlbonWilliams+1 giro0
13G. ZhouAlfa Romeo+1 giro0
14P. GaslyAlphaTauri+1 giro0
15V. BottasAlfa Romeo+1 giro0
16M. SchumacherHaas+1 giro0
17K. MagnussenHaas+1 giro0
18L. HamiltonMercedesDNF0
19N. LatifiWilliamsDNF0
20F. AlonsoAlpineDNF0
Ordine d’arrivo GP Abu Dhabi 2022

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.

Camilla Taglietti

About Post Author