06/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GP Spagna, delusione Rins: gara di casa da dimenticare

gp spagna rins
Partito 14°, Alex Rins ha terminato il GP di Spagna a Jerez in 19° posizione. Per il pilota Suzuki è la prima gara del 2022 senza punti.

Alex Rins è purtroppo il grande sconfitto del GP di Spagna a Jerez. All’opposto della prestazione di Pecco Bagnaia, dominatore del GP andaluso, lo spagnolo di casa Suzuki termina solamente al 19° posto con un distacco di quasi 39 secondi. Dopo 5 gare sempre a punti e con 2 podi che gli avevano consegnato la leadership iridata al pari di Quartararo, in una sola gara il numero 42 precipita a -20 dal francese. Una prestazione da dimenticare immediatamente.

Una Suzuki non ancora all’altezza: un GP di Spagna sotto le aspettative per Rins

Il weekend dei piloti Suzuki era iniziato egregiamente, con una doppietta in FP1. Mir e Rins davano l’impressione di essere i veri antagonisti di Fabio Quartararo. Da lì in poi le loro prestazioni si sono come plafonate, mettendoli ancora una volta in difficoltà soprattutto in ottica qualifica. Infatti Mir si è qualificato alla Q2 con l’8° tempo, mentre Rins è dovuto passare per il taglio del Q1. Turno che ha definitivamente rovinato il weekend del numero 42, in difficoltà a sfruttare la sua Suzuki sul giro secco e costretto così a partire dal 14° posto. Un po’ meglio è andata a Mir, scattato 9° e 6° sotto la bandiera a scacchi a quasi 14 secondi da Bagnaia.

gp spagna rins
Photo Credit: MotoGP Official Website

Alex Rins non è riuscito a ripetere la straordinaria rimonta effettuata nel GP di Portimão ed ha rischiato anche di non terminare la gara. Infatti un errore nel T4 gli è costato un’escursione nella ghiaia, rientrando in gara nelle ultime posizioni da dove non è più riuscito a schiodarsi. Una battuta d’arresto che non ci voleva nel GP di casa e che soprattuto lo allontana da Fabio Quartararo. A Le Mans sarà un GP ancora favorevole per caratteristiche alla Suzuki e Rins dovrà sfruttare questa occasione per tornare a lottare nelle posizioni di vertice. D’altronde quello del 2022 è un Rins di tutt’altra pasta rispetto al 2021, quando commetteva errori a ripetizione. Se lo spagnolo è realmente migliorato, dovrà avere la forza di dimostrarlo già tra due settimane in Francia.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Riccardo Zoppi