09/08/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Christian Horner: “Alonso? Sembrava che corresse per la Red Bull”

Horner Alonso Red Bull
Christian Horner elogia Fernando Alonso che tenendo dietro Hamilton per dieci giri ha aiutato Ocon e impedito a Lewis di vincere in Ungheria

A due giorni dal GP di Ungheria, Christian Horner torna a parlare del weekend nero della Red Bull all’Hungaroring. Il team principal della scuderia di Milton Keynes ha rivelato come la vettura di Verstappen, fortemente danneggiata dopo l’incidente innescato da Bottas al via, avesse meno carico aerodinamico della Haas di Schumacher, dietro il quale il pilota olandese ha tribolato per buona parte della gara. Horner ha poi elogiato Fernando Alonso, che per dieci giri ha difeso la posizione dagli attacchi di Lewis Hamilton, nonostante un’Alpine nettamente inferiore alla Mercedes.

Christian Horner: “Max? Dopo l’incidente aveva meno downforce di Schumacher”

Il team principal della Red Bull rende onore a Max Verstappen, autore in Ungheria di una gara straordinaria al termine della quale ha portato a casa 2 punti a dispetto di una RB16B visibilmente danneggiata. Il pilota olandese è stato tra le vittime illustri della carambola innescata da Bottas alla partenza del GP. Monoposto compromessa per Max, nonostante i meccanici, durante il regime di bandiera rossa, abbiano provato a ripararla anche con mezzi di fortuna. Verstappen è rientrato in pista in tredicesima posizione, dietro alla Haas di Mick Schumacher. Per Christian Horner, la vettura del tedesco aveva più carico aerodinamico della Red Bull, a cui di fatto mancava buona parte del lato destro e del fondo. Eppure Verstappen è riuscito a portare a casa la gara e ad agguantare due punti che potrebbero fare la differenza in ottica mondiale:

Credo che Mick Schumacher avesse maggiore carico aerodinamico di Max, in gara – ha dichiarato il team principal della Red Bull – Dunque Max ha dovuto guidare con il cuore, ha guadagnato 2 punti che potrebbero rivelarsi cruciali alla fine dell’anno. Il danno a bargeboard e fondo era davvero troppo. I meccanici hanno fatto quello che hanno potuto prima della ripartenza, ma il danno al fondo era davvero molto grande. Certamente i danni subiti nelle ultime due gare non aiuteranno. Abbiamo potenzialmente perso due motori a causa di manovre sbagliate da parte di altri piloti. E’ molto frustrante”

Horner rende omaggio a Fernando Alonso

Il boss della Red Bull ha inoltre lodato la gara di Fernando Alonso, protagonista con Lewis Hamilton di una sfida come non se ne vedevano da tempo in F1. Il pilota spagnolo è riuscito a tenere dietro l’inglese per dieci giri, rallentando la sua furiosa rimonta dopo che la Mercedes, sbagliando completamente la strategia, lo aveva lasciato fuori, solo in griglia al via mentre il resto dello schieramento partiva dai box dopo il cambio gomme. Grazie alla difesa di Alonso, il compagno di squadra Ocon ha potuto festeggiare la prima vittoria nella massima categoria. E alla fine anche la Red Bull può ringraziare Nando:

Per fortuna oggi Mercedes ha fatto un errore strategico in gara all’Hungaroring – ha specificato Horner – Fernando Alonso sembrava che stesse guidando per la Red Bull. Alla fine abbiamo limitato i danni. Questi avrebbero potuto essere ancora maggiori. Siamo molto vicini dai primi in entrambi i Mondiali. Ora c’è la pausa estiva e abbiamo visto quanto sia facile ribaltare la situazione. Lo abbiamo visto sulla nostra pelle. La strada, in questo Mondiale, è lunga.

Ascolta PaddockGP!

Non dimenticare di ascoltare l’ultima puntata di PaddockGP. Durante il quarto episodio, abbiamo commentato tutti i punti salienti che hanno animato il weekend del GP di Ungheria assieme al nostro amico Giovanni Armano di ArmanocraziaTV.

SEGUICI SU:

? Facebook, la nostra pagina ufficiale.
? Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
? Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
? YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Rosanna Greco

About Post Author