04/07/2022

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

GP Azerbaijan: la Red Bull non perdona

GP Azerbaijan Red Bull
Dopo il GP di Azerbaijan la Red Bull si ritrova ampiamente al comando di entrambe le classifiche costruttori e piloti. Cinica e fortunata

Il circuito cittadino di Baku si rivela propizio per la scuderia di Milton Keynes che in un colpo solo allunga in maniera consistente su entrambe le classifiche, costruttori e piloti. Dopo la doppietta al GP di Azerbaijan, la Red Bull veleggia con il vento in poppa verso il Canada, dove domenica si corre la nona tappa del mondiale. Max Verstappen, implacabile nell’approfittare delle sfighe altrui, guida la corsa al titolo iridato con 34 punti di vantaggio su Charles Leclerc, sopravanzato pure da un arrembante Sergio Perez.

LEGGI: Gara e risultati GP Azerbaijan

Baku fortunata per la Red Bull e Verstappen che prendono il largo nel mondiale

Fortunati sono fortunati, inutile negarlo. Ma la ruota gira, e se in queste settimane sta girando male per la Ferrari è pur vero che ad inizio stagione è stata la Red Bull ad essere presa di mira dalla cattiva sorte. Dopo i primi tre GP, funestati da altrettanti ritiri e con una vittoria in Arabia Saudita, Max Verstappen si ritrovava con ben 40 punti di svantaggio rispetto a Leclerc. Se mai in Red Bull ci sia stato un vero allarme affidabilità, la scuderia austriaca è riuscita ad invertire brillantemente la rotta e rimettere il mondiale in careggiata. La RB18 è oggi una macchina veloce, performante quando conta, cioè in gara, e soprattutto affidabile.

LEGGI: GP Azerbaijan, sogni Ferrari andati in fumo

All’indomani del GP di Azerbaijan Verstappen ha 34 punti sul monegasco, ormai terzo dopo Baku. L’olandese, una piccola macchina da guerra cinica, fredda e che non sbaglia mai, ha saputo approfittare nel migliore dei modi della giornata nera della Ferrari. Certo, il fatto di guidare una macchina ben bilanciata e competitiva aiuta e anche parecchio, ma è indubbio che Max ci abbia messo molto del suo, ribadendo ancora una volta quali sono le gerarchie all’interno del team nel confronto con il compagno di squadra. Rimane poi la sensazione che, anche con le due Rosse ancora in gioco, la Red Bull se la sarebbe giocata fino alla bandiera a scacchi.

La Red Bull ha un problema Checo?

In Azerbaijan la scuderia di Milton Keynes ha consolidato la leadership nella classifica costruttori, che guida con 80 punti di vantaggio sulla Ferrari. Parte del merito va senza dubbio al doppio zero patito dal Cavallino Rampante a Baku, ma la Red Bull può comunque guardare con ottimismo alle prossime gare, forte di una coppia di piloti entrambi in gran forma. Proprio il fattore Sergio Perez potrebbe però dare qualche grattacapo al team. Il pilota messicano, fresco di rinnovo fino al 2024 e di vittoria al GP di Monaco, ha dato segnali di insofferenza davanti alla determinazione della squadra a relegarlo al ruolo di seconda guida

Credit: Red Bull Twitter

Durante la gara di domenica, mentre Verstappen finalizzava un sorpasso proprio su di lui, Checo non ha gradito che dal muretto gli abbiano intimato di non lottare con il compagno di squadra. Circostanza che va a sommarsi alla mancata scia nel corso delle qualifiche del sabato, nonché alla chiamata del pit stop troppo ritardata rispetto alla mossa a sorpresa della Ferrari in regime di virtual Safety car. Senza tralasciare l’ordine di scuderia dato a Barcellona quando era leader della corsa. Checo al momento abbozza, lancia frecciatine più o meno velate al muretto, senza esasperare gli animi. Del resto, nonostante l’ottimo rendimento di Perez, quando si è trattato di mettere i puntini sulle i Verstappen non si è fatto pregare: vedi i 20 secondi di distacco che ieri ha rifilato a Checo sul traguardo.

LEGGI: le classifiche F1 dopo il GP di Azerbaijan

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🐦 Twitter, per avere notizie flash sul mondo del motorsport.

Rosanna Greco